martedì 29 novembre 2011

Taglioni all'astice

Spelucchino cucina blog
I tagliolini all’astice rappresentano un “classico” nel panorama dei primi a base di pesce (crostacei).
Come per molte altre preparazioni a base di pesce è molto importante per una buon risultato la freschezza degli ingredienti.
Se decidete (come ho fatto io) di utilizzare un astice “fresco” bisogna, prima di utilizzarlo, lessarlo per 5 minuti in acqua già bollente, scolarlo e pulurlo.
Per quanto riguarda la ricetta, in questo caso si tratta di preparare un sugo dalla cottura lenta e quindi lunga (durata 30 minuti).
Vi consiglio eventualmente di non utilizzare subito il sugo all’astice, ma di lasciarlo riposare (anche solo mezza giornata), perché il riposo conferisce uno spessore e un sapore molto più intenso a differenza di un sugo appena cotto.
In questa ricetta ho utilizzato dei tagliolini freschi, ma potete condire, con lo stesso sugo all’astice anche la pasta, come penne o spaghetti. 


Dosi per 4 persone
Tempo: 20 minuti preparazione 30 minuti cottura
Difficoltà: bassa



Ingredienti:


 un astice
1 scalogno
1 carota
1/2 gambo di sedano
1 tazzina di vino bianco
1 tazzina di vinchef
passata di pomodoro
sale
peperoncino
olio extravergine di oliva

Preparazione

Prepariamo l’astice, andando a lessarlo in abbondante acqua per 5 minuti.
Scolarlo, tagliarlo a pezzi e pulirlo (staccare le chele, la testa, e dividere in due parti la coda dell’astice e infine tagliarlo a pezzi).

In una pentola capiente, andiamo a preparare un soffritto con olio extravergine di oliva e il trito di scalogno, carota e sedano.
Aggiungere l’astice avendo cura di farlo rosolare per bene, e solo dopo aggiungere del vino bianco e vinchef.
Lasciare evaporare e aggiungere in seguito il passato di pomodoro.
Salare e aggiungere il peperoncino.

Cuocere il sugo all’astice per 30 minuti a fuoco basso, avendo cura di girarlo a intervalli regolari.

Nel frattempo portare ad ebollizione l’acqua salata per i tagliolini.
Appena l’acqua bolle buttare i tagliolini, avendo cura di mescolare molto bene per evitare che si attacchino.

Prendere un capiente sauté dove mettere parte del sugo all’astice, per poter “saltare” i tagliolini.

Scolare i tagliolini dopo un minuto da quando salgono a galla, e saltarli nel sauté aggiungendo del prezzemolo tritato, e avendo cura di far assorbine bene il sugo all’astice.

lunedì 28 novembre 2011

Polpettone al forno

Il mio Saper Fare
Cosa ho in serbo per la cena di stasera? Un piatto molto semplice ma buonissimo e soprattutto versatile: il polpettone.
Potete sperimentarlo anche a base di carne bianca: io mi sono addirittura cimentata nel polpettone a base di seitan!
Tempo fa' ho assaggiato un ottimo polpettone a base di pesce e adoro il polpettone di verdure.

Insomma, quali che siano i vostri gusti e i vostri credo alimentari credo c'è sempre un polpettone pronto a deliziarvi :)
Quello che vi propongo oggi è tratto dal blog Il mio Saper Fare: ringrazio Marisa Malomo per l'ottima ricetta e la consiglio a tutti voi!

Polpettone farcito


Ingredienti (4 persone): 500 g di macinato, 2 uova, pan grattato, parmigiano grattugiato, sale, 1/2 bicchiere di latte (facoltativo), 4 fette spesse di scamorza, 4 fettine di prosciutto cotto, olio extravergine di oliva, 1 bicchierino di Vinchef, un pizzico di pepe

Preparazione

1. Create un bell'impasto amalgamando il macinato insieme a uova, pan grattato, sale, pepe e formaggio. Se volete ammorbidire l'impasto potete versarvi mezzo bicchiere di latte
2. Dividete l'impasto in quattro parti, poi formate i vostri polpettoni farcendo con una fetta di scamorza e una di prosciutto
3. Adagiate in una teglia da forno, irrorate con qualche goccia di olio e un bicchierino di Vinchef. Poi cuocete per 20 minuti in forno preriscaldato a 180°

Nastrine

Sogni di Zucchero
La colazione di oggi è una delle mie preferite in assoluto: nastrine calde fragranti! Quante volte, lo ammetto, acquisto quelle del supermercato e poi le scaldo nel tostapane di primo mattino…. ;)

Il profumo è dei migliori, ve lo assicuro: ma quello delle nastrine fatte in casa è un'altra cosa. Dovete provare la ricetta per capire!!

Vi consiglio di mettervi all'opera nel week end, o in una giornata in cui avete molto tempo libero perché la preparazione è piuttosto lunga: preparatevi ad impastare, spennellare, ripegare, modellare…!

Ricetta delle nasrtine


Ingredienti
Per l'impasto: 450 gr farina, 25 gr lievito di birra, 200 ml latte tiepido, 50 gr zucchero, 50 gr burro, 1 scorza di limone grattugiata, 3 tuorli d’uova, 1 pizzico sale

per la crema: 200 gr burro, 200 gr zucchero

1. Sciogliete il cubetto di lievito nel latte tiepido e tenetelo da parte
2. Unite insieme farina, zucchero, sale, burro e scorza di limone grattugiata: poi rompete le 3 uova e versate nell'impasto solo i tuorli. Infine versate il lievito sciolto nel latte
3. Lavorate a lungo impastando con cura fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico: coprite con un tovagliolo e lasciate lievitare 1 ora
4. Nel frattempo montate il burro ammorbidito insieme allo zucchero per preparare la farcitura di crema
5. Una volta lievitato rimettete l'impasto sulla spianatoia, lavoratelo per sgonfiarlo un pochino e poi tiratelo bene fino ad ottenere una larga sfoglia: dividete per comodità in due parti cui darete una forma rettangolare
6. Spennellate con la crema di burro una parte di sfoglia (circa 20 cm) e poi rigiratevi un'uguale parte di pasta: spennellate nuovamente e rigirate fino ad arrivare alla fine della striscia
7. Schiacciate leggermente con il matterello e tagliate a strisce con un'altezza di circa 1,5/2 cm: date la forma a nastrina facendo fare una mezza torsione agli strati, spennellate con l'uovo e disponete in una teglia
8. Lasciate lievitare per un'ora e poi infornate a 180° per circa 15 minuti

venerdì 25 novembre 2011

Pandolce ligure

Mimina.org
Sapete cosa mi succede tra la nostalgia delle vacanze passate in Liguria e la voglia di quelle natalizie?


Succede che mi prende un desiderio irresistibile di pandolce!! In tempo zero corro a cercare tutti gli ingredienti (e non è una ricerca semplicissima, ve lo assicuro!) e mi metto subito ai fornelli :)

Devo però placare il mio impeto perché si tratta di una preparazione piuttosto lunga e impegnativa: ma io non mi scoraggio… ed eccomi all'opera!!


Ricette tipiche liguri: il pandolce di Natale


Ingredienti: 800 g farina, 25 g lievito, 200 g burro, 200 g zucchero, 1/2 bicchiere marsala, 50 g acqua ai fiori d'arancio, 100 g pinoli, 1 cucchiaio semi di anice, 50 g cedro candito, 50 g zucca candita, 200 g uvetta sultanina

Preparazione

1). Stemperate il lievito in mezzo bicchiere d'acqua tiepida. Nel frattempo predisponete 300 g di farina sulla quale andrete a versare il lievito: impastate accuratamente e, se necessario, aggiungete acqua. Infine mettete l'impasto in una terrina calda e tenetelo riparato in luogo tiepido almeno 6 ore

2). Disponete la farina rimasta a fontana e versate al centro l'acqua di fior d'arancio, il marsala, il burro fuso e lo zucchero. Amalgamate bene ed incorporatevi la pasta lievitata: dovrete ottenere un composto morbido e omogeneo, quindi forza e coraggio, bisogna lavorare l'impasto a lungo! Eventualmente aggiungete altra acqua

3). Mette a bagno l'uvetta per una trentina di minuti, poi asciugate e sgocciolate bene. Infine disponetela sulla spianatoia insieme ai semi d'anice, i pinoli, il cedro e la zucca candita tagliati a piccoli pezzi: incorporate il tutto all'impasto

4). Lavorate con forza almeno mezz'ora. Dividete l'impasto in 2 parti e date loro la forma di un pane rotondo. Deponete su una placca da forno imburrata racchiudetele in un tovagliolo in modo che non si deformino lievitando. Lasciate riposare 12 ore, poi togliete i tovaglioli, praticate una incisione a forma di triangolo sulla sommità di ognuno, quindi infornate a 180 gradi per 1 ora

giovedì 24 novembre 2011

Torta salata gorgonzola e noci

DonnaModerna
Il pranzo di oggi si preannuncia decisamente gustoso!

Per un'amante delle torte salate come me non c'è niente di meglio di una bella dose di sfoglia ricoperta di formaggio filante.

Uno dei modi migliori per sfruttare le buonissime noci raccolte un mese fa' che ancora campeggiano nella mia cucina :)

Ricetta con pere, formaggio e noci


Ingredienti: un rotolo di pasta sfoglia pronta, 250 g di gorgonzola, una pera Kaiser, 50 g di gherigli di noce, un cucchiaio di pecorino grattugiato, il succo di un limone, pepe
Preparazione
1). Sciacquate bene la pera sotto l'acqua, sbucciatela e tagliatela a fettine sottili: poi trasferite in una ciotola con acqua fredda nella quale avrete spremuto il succo di limone
2). Srotolate la sfoglia sulla placca da forno e incidetela leggermente a 2 cm dal bordo, disegnando un cerchio interno. Bucherellate con la forchetta e ripiegate verso l'interno il bordo della pasta
3) Cospargete sul disco che avete creato il pecorino e una parte dei gherigli di noce tritati: poi aggiungete il  gorgonzola tagliato a pezzettini, le fettine di pera sgocciolate e i gherigli di noce rimasti
4). Cuocete in forno preriscaldato a 200 gradi per circa 25 minuti: il bordo dovrà essere ben dorato e il formaggio completamente sciolto
5). Sfornate e servite spolverando un pò di pepe a piacere

mercoledì 23 novembre 2011

Brownies alle noci

Cucina e passione
Alzi la mano chi non ama la cioccolata…
Un dolce dalle origini americane, delizioso, goloso ma soprattutto ciccolatoso.
Semplici da fare, in pochissimi passaggi avremo pronti i nostri Brownies.
Non è una vera e propria torta e non sono biscotti, ma sono talmente buoni, da riuscire a smettere di mangiarli.
Si possono lasciare direttamente nella teglia, oppure accomodati con una certa eleganza su di un bel vassoio, riusciranno sempre a stupirvi, e se poi li accompagnerete con della candida panna montata… beh, benvenuti in Paradiso!

Ingredienti

150 g di burro
250 g di zucchero
75 g di cacao
un pizzico di sale
mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia
2 uova fredde di frigo
60 g di farina 00
80 g di noci a pezzetti


Preparazione in 5 mosse:


  1. Scaldate il forno e impostare la T° a 180°, mettete la griglia sul ripiano più basso del forno, e foderate una teglia di 20 x 20 cm, con la carta forno.
  2. Sciogliete a bagnomaria, il burro, lo zucchero, il cacao e un pizzico di sale ,mescolando per far diventare il composto liscio, poi togliete la ciotola dal fuoco, e lasciate raffreddare.
  3. Unite la vaniglia, e le uova ,una alla volta, non aggiungendo la seconda, finché l’impasto non la avrà assorbita, mescolate molto accuratamente, e aggiungete la farina fatela amalgamare bene all'impasto, e sbattete con un cucchiaio di legno, finché il tutto non sarà liscio e lucido.
  4. Aggiungete le noci.
  5. Versate nella teglia, e cuocete per circa 20/25 minuti, poi sfornate e lasciate raffreddare bene, prima di tagliare i brownies a cubetti.

Ricetta Fonduta

Vinbuoni.it
Dopo il bellissimo week end trascorso con i nostri numerosi amici  e blogger all'insegna della buona cucina…. non abbiamo intenzione di "placarci"!

Nonostante le scorpacciate oggi bolle in pentola una gustosissima fonduta, che con una grattatina di tartufo trova il suo completamento ideale :)

D'altra parte la ricerca di questo fine settimana è stata molto fruttuosa e la cagnolina Luna ci ha portati alla scoperta di due piccoli e profumatissimi tartufi: mettiamoci subito all'opera!!

Fonduta con tartufo

Ingredienti: 40 g di burro, 400 g di fontina, 250 g di latte intero, pepe bianco q.b., 4 uova

Preparazione

1. Tagliate a fettine la fontina e lasciatela immersa nel latte all'interno di una pentola per un paio di ore
2. Poi cuocete a fuoco basso aggiungendo il burro e amalgamando bene il tutto con l'aiuto di un mestolo. Fate sempre attenzione a non portare ad ebollizione il formaggio, se vedete sbollicchiare abbassate il fuoco
3. Rompete le uova e tenete da parte i tuorli: versateli in pentola e proseguite la cottura mescolando per altri 30 minuti: il composto dovrà risultare mediamente denso e omogeneo
4. Togliete dal fuoco e servite, se avete delle fondine di coccio saranno perfette

sabato 19 novembre 2011

Girello di fassone al sale con zabajone al Vinchef

Per finire il nostro pranzetto ecco un secondo da vero chef! Sinceramente comincio ad avere qualche difficoltà.... ma a un boccone di assaggio non posso proprio dire di no!


Ingredienti: fettine di girello di vitello

Per lo zabaione: 2 Tuorli d'uovo, 1/2 guscio di Olio di oliva, 1/2 guscio di Vinchef, 2 - 1/2 guscio di vino bianco secco, sale


Preparate il girello con anticipo seguendo la procedura tradizionale.  Poi montate tutti gli ingredienti con una frusta con una cottura a bagno maria: sarà pronto quando rapprenderà ed avrà una consistenza di una crema.
Versate lo zabaione sulle le fettine di girello.

Ricetta di Barbara Pastura

Gnocchi di patate al ragù di salsiccia alla Vinchef

Ed ecco arrivato il momento di assaporare il primo: gli gnocchi fatti a mano e conditi con il ragù di salsiccia, una prelibatezza! Mi sono intrufolata in cucina e ho avuto modo di osservare la vicino la preparazione di questo piatto: mi è sembrata la più divertente in assoluto. Impastare e riempirsi le mani di farina non ha prezzo ;)

Ingredienti: patate, farina, olio di oliva, Vinchef, salsiccia, sedano, carote e cipolla

Per gli gnocchi: per ogni kg di patate lessate e schiacciate a caldo 300gr di farina, 1/2 tazzina di olio di oliva e 1/2 di Vinchef, noce moscata e sale q.b

Impastate energicamente le patate ormai ben fredde con gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio e uniforme formate poi dei piccoli cordoni con un movimento rotatorio con il palmo e le dita, che poi si taglieranno in cilindri della grandezza di una nocciola che verranno poi passati sui rebbi della forchetta per dare la classica forma dei gnocchi con un foro centrale e le righe sul dorso per assorbire meglio il condimento.

Per il ragù di salsiccia

Tritate nel mixer le verdure con un cucchiaio di olio, rosolatele in un tegame e unitevi la salsiccia privata della pelle. Quando sarà ben dorata unite il Vinchef ed un mestolo di acqua, continuare la cottura per qualche minuto e aggiustare di sale se necessario.

Lessate gli gnocchi in abbondante acqua salata a cui avrete aggiunto un pochino di Vinchef, colate con una schiumarola e condite col ragù di salsiccia.

Ricetta di Barbara Pastura

Crostata porri e pancetta con profumo di Vinchef

Il pranzo prosegue con uno dei miei piatti prefertiti in assoluto: la torta salata!!

Ingredienti: Vinchef, 2 porri, 5 fette di pancetta, Olio di oliva, Sale, Pepe q.b.

Per la pasta al vino per una crostata: 300 g di farina 0, 100 g di Vinchef, 80 g di olio, 1 pizzico di sale

Impastare velocemente tutti gli ingredienti e far riposare in frigorifero per 20 minuti avvolta nella pellicola. Stendere poi con il matterello una sfoglia sottile ed adagiarla su di una teglia.

Per il composto: 4 uova, 200 ml di panna fresca, 2 cucchiai di parmigiano, 1 tazzina di latte, Sale, pepe q.b.

Sbattere le uova unire gli altri ingredienti emulsionando bene fino ad ottenere un composto liscio senza filamenti.
Dopo aver impastato stufare i porri tagliati finemente in olio di oliva salare e pepare a cottura ultimata sfumare con una tazzina di Vinchef.

Sulla pasta che avrete steso adagiare le fette di pancetta i porri stufati ed infine il composto di uova cuocere in forno preriscaldato per circa 30 minuti a 170/180 gradi.
Sfornare e servire calda.

Ricetta di Barbara Pastura

Bocconcini di galletto marinati al Vinchef

Ecco la ricetta per aprire le danze! Un antipasto gustoso e leggero che prevede una preparazione davvero semplicissima.

Ingredienti: fettine di petto di galletto, farina bianca, olio di oliva, cipolle, carote, sedano, aceto di vino, Vinchef, sale

Per la marinatura:

Stufare le verdure tagliate sottilmente in abbondante olio di oliva, unire l'aceto e il Vinchef: portare ad ebollizione versare in una ciotola dove unirete i bocconcini di galletto

Per i bocconcini:

Infarinate le fettine di petto di galletto che avrete tagliato a bocconcini  e rosolatele a fuoco lento in olio di oliva salate e a cottura ultimata sfumate con un bicchiere di vinchef adagiate i bocconcini nella marinatura lasciar insaporire per almeno 1/2 ora e servire tiepidi. Nel caso questa preparazione può essere preparata il giorno precedente e conservata in frigorifero al momento di portare in tavola intiepidire il tutto anche passandoli velocemente nel microonde per pochi istanti

Ricetta di Barbara Pastura

Tutti in cucina!!!

Eccoci arrivati alla parte più golosa del nostro week end! Dopo la cena speciale di ieri sera e la gita a Casa Toso di questa mattina, torniamo al nostro Agriturismo Tenuta La Romana per metterci ai fornelli :)

Qui si spadella che è una meaviglia e siamo tutti intenti nella preparazione di un prelibato menù, ideato dalla chef Barbara Pastura:




- Bocconcini di galletto marinati al Vinchef
- Crostata porri e pancetta al profumo di Vinchef
- Gnocchi di patate e ragù di salsiccia al Vinchef
- Girello di Fassone al sale con zabajone salato al Vinchef

Cosa ve ne sembra? Siete curiosi di scoprire le nostre ricette?
E' presto fatto: oggi, connessa al mio fido pc, vi svelerò qualche piccolo segreto dando una sbirciatina a quello che combinano i nostri blogger in cucina!

venerdì 18 novembre 2011

Vinchef Taste Week End

Buongiorno!! Oggi per Vinchef è una giornata molto speciale: inizia il Vinchef Taste Week End, il fine settimana all'insegna del gusto e della buona cucina, che si svolgerà tra le colline del Monferrato e gli splendidi paesaggi delle Langhe, vestiti dalle suggestive sfumature autunnali.

Un'occasione speciale per trascorrere due giorni alla scoperta dei sapori tipici piemontesi, passando attraverso la storia dei vitigni più pregiati fino ad arrivare a una coinvolgente ricerca del tartufo!
Ma la parte più saporita sarà racchiusa tra le mura del pittoresco Agriturismo Tenuta La Romana, che aprirà le sue cucine ai food blogger più capaci, intenti nella preparazione di succulente pietanze a base di Vinchef.

Vinchef, infatti, sarà presentato e proposto agli esperti di settore, che avranno modo di testarne in prima persona l'estrema praticità - quando si è dietro ai fornelli - e l'ottima qualità - quando si è dietro alla tavola imbandita.

Un fine settimana per chiudersi nel fantastico mondo della cucina, con una finestra - però - sempre aperta all'esterno attraverso i social media: grazie alla copertura in tempo reale su Facebook e Twitter sarà possibile partecipare "virtualmente" e seguire gli aggiornamenti, le foto, i commenti, interagendo in prima persona con i partecipanti.

Dal viaggio in pulmino alla cena di venerdì sera; dalla notte in agriturismo al risveglio; per entrare poi nel pieno del programma con la visita di Casa Toso, tra le più moderne realtà industriali del settore enologico italiano, che vanta una variegata offerta di vini tipici e spumanti prodotti nelle zone più fertili del territorio piemontese.
Proprio qui farà la sua comparsa il vero protagonista del weekend, l' "ultimo nato" in Casa Toso, il Vinchef.
Frutto dell'equilibrata miscela di erbe aromatiche infuse a lungo nel vino, Vinchef nasce dall'esperienza maturata nella produzione dei vermouth di alta gamma, per dare più sapore e più gusto alle pietanze di tutti i giorni in maniera naturale e genuina.
Dopo averne scoperto la storia e i piccoli segreti sarà il momento di sperimentarlo dando libero sfogo alla voglia di cucinare e, successivamente, a quella di saggiare i frutti del proprio operato ai fornelli.
Per finire in bellezza i food blogger saranno coinvolti in una caccia al tesoro molto speciale, in cui scopriranno tutti i trucchetti per scovare il tartufo, tra gli alimenti più tipici e rinomati della cucina tradizionale piemontese.

Da chef ad assaggiatori, da turisti a trifolai, gli invitati non avranno di che annoiarsi: tanto meno durante i tragitti, che percorreranno tutti insieme in pulmino. Un pò come in una piccola gita scolastica riservata ai primi della classe in cucina!

Volete seguirci? Unitevi a noi su Facebook o su Twitter!! Vi aspettiamo numerosi :)

martedì 15 novembre 2011

Pollo Fritto

Le Ricette in Cucina di Patatina

Stasera ho in programma una cenetta golosa da gustare rigorosamente sdraiati sul divano davanti alla tv.
Il pollo fritto mi sembra senza dubbio la ricetta ideale! Facile, veloce, divertente: il risultato è un piatto fragrante e croccante, non certo dietetico, ma … rimedieremo domani con una bella insalatona.
Attribuisco ogni responsabilità per la mia cena ultracalorica a Paola Croci, che mi ha fatto cadere in tentazione con questa ricetta irresistibile pubblicata sul suo blog, Le ricette in cucina di Patatina ;)

Ricetta del pollo fritto in padella


Ingredienti (4 persone): 500 gr circa di petto di pollo a fette, 300 gr di farina auto lievitante, acqua frizzante q.b (circa mezzo litro), un pizzico di sale, vinchef, limone, olio, pepe

Prepararzione
1. Iniziate con la preparazione del pollo: tagliatelo a pezzetti della larghezza di un cm: poi insapori telo con Vinchef. Aggiungete il succo di uno spicchio di limone che poi taglierete a pezzi e lascerete a macerare; infine aggiustate di pepe e olio, e fate riposare in frigo per circa un’ora
2. Nel frattempo preparate la pastella con farina, acqua frizzante e un pizzico di sale: il risultato dovrà essere una nè troppo liquida nè troppo dura. Riponete in frigo anche questa per un'ora

3. Togliete dal frigo, scolate la carne e immergetela nella pastella, cercando di amalgamare bene il composto

4. Adesso arriva il momento di “impiastricciarsi” come si deve! Mettete sul fuoco una padella con l’olio e, quando questo sarà pronto per la frittura, buttatevi a mano i pezzetti di pollo e fateli dorare bene da ambo i lati

5. Infine togliete dal fuoco e scolate

Ricetta delle Madeleine

Se c'è un'abitudine inglese che mi piace davvero tanto, è quella di prendere il tè alle cinque del pomeriggio! Ma, diciamolo pure, il tè da solo "sa di poco" e bisogna accompagnarlo con qualcosa di sfizioso. Oggi ho deciso di suggerirvi una tipica ricetta francese, quella delle Madeleine, sofficissimi dolcetti amatissimi da Luigi XV che se ne innamorò a tal punto da dare alla ricetta il nome della pasticcera che li aveva inventati, Madeleine Paulmier, appunto! Una storia romantica, vero? Ecco come prepararli, sono davvero molto semplici: l'unica cosa che vi serve è uno stampo! Provatele e direte addio alle merendine chimiche!

Ingredienti

Burro 100 gr
Farina 120 gr
Latte q.b.
Lievito chimico in polvere 8 gr
Mandorle aroma 5-6 gocce (o aroma di vaniglia o limone, quello che preferite)
Sale 1 pizzico
Uova 2 medie
Zucchero semolato 100 gr

In una ciotola ponete la farina, il lievito, il pizzico di sale, lo zucchero e mescolate. In un pentolino fate sciogliere lentamente il burro e fatelo intiepidire; in una ciotola a parte, sbattete due uova medie e incorporatele agli ingredienti presenti nella ciotola; unite anche il burro, le gocce aromatiche e aggiungete qualche goccia di latte fino a ottenere un impasto non troppo liquido né troppo solido (deve avere una consistenza simile a quello del pan di Spagna, tanto per dare l'idea). Coprite con pellicola per alimenti e ponete a riposare in frigo per almeno 30 minuti.
Trascorso questo tempo, imburrate e infarinate uno stampo da madeleine e accendete il forno a 200°. Prelevate il composto dal frigo e con l'aiuto di due cucchiai versate un pò di composto in ogni incavo (regolatevi a occhio, ogni incavo deve essere riempito per i 2/3 circa così non straborderà in cottura) dello stampo e infornate.
Cuocete a 200° per i primi 10 minuti, abbassate il forno a 180° e proseguite la cottura per altri 10 minuti circa, fino a che le madeleine non saranno dorate.

Un'idea in più: se volete delle madeleine al cioccolato, sostituite 20 gr di farina con 20 gr di cacao amaro in polvere e ricordatevi di foderare lo stampo non con burro e farina ma con burro e cacao.

lunedì 14 novembre 2011

Riso e carne con verdure

Dolci&Delizie
Stasera vi propongo un piatto unico veloce e facilissimo, dal sapore vagamente esotico.

Si tratta di una pietanza a base di riso e tocchetti di carne accompagnati da melanzane e pomodori in padella. Potete anche aggiungere un buon contorno di patate al forno, come suggerisce Giusy Rotelli - creatrice della ricetta - nel suo blog Dolci&Delizie.

Fantasia di riso: la ricetta


Ingredienti: riso, melanzana, pomodoro, tocchetti di vitello o pollo, olio, insaporitore Vinchef, sale australiano
Preparazione
1. Riempite una pentola d'acqua per 3/4 e portate a ebollizione: lessatevi il riso secondo il tempo di cottura
2. Lavate bene la melanzana, poi asciugate e tagliate a quadratini: soffriggete velocemente in modo da renderla ben croccante
3. Soffriggete anche i tocchetti di vitello o pollo con olio, sale e una spruzzata di Vinchef
4. Nel frattempo lavate e tagliate il pomodoro a cubetti: mettetelo in una padella capiente insieme a riso, carne e melanzane e fate saltare per alcuni minuti

domenica 13 novembre 2011

Biscotti a stella

SiamoDonne
Inizia una nuova settimana: benissimo, il Natale si avvicina!! Mi rendo conto dell'anticipo imbarazzante, d'altra parte Torino è già illuminata dalle luci natalizie, i negozi cominciano a profondersi in regalini e regaloni…. e io faccio la mia parte con le ricette!

D'altra parte sono solita iniziare i preparativi a novembre e disfare l'albero a febbraio (giusto perchè tanto arriva Carnevale, un'altra festa golosa e colorata). Insomma a casa mia il Natale dura su per giù 4 mesi ;)

Ecco quindi dei dolci per Natale davvero buoni e carini, a forma di stella, di alberello o di quello che più vi piace!

Se non avete a disposizione le formine vi basterà disegnare una stella di cartoncino, sovrapporla alla pasta e ritagliarne il contorno con il coltello. Buon divertimento!

Biscotti di Natale a forma di stella

Ingredienti: 500 g di farina, 300 g di zucchero, 150 g di burro, 4 uova, mezzo bicchiere di latte, 1 bustina di lievito, un bicchiere di rum, la scorza di un’arancia, un pizzico di sale, granella o codette di zucchero colorato per guarnire
Preparazione
1. Disponete la farina a vulcano e ponetevi al centro il burro ammorbidito, lo zucchero, 3 uova, la scorza grattugiata dell’arancia, il lievito, il rum e il pizzico di sale
2. Impastate bene e versate pian piano un bicchiere di latte per ammorbidire il composto che dovrà risultare liscio e elastico. Ottenete una palla di pasta e riponete in frigo per una trentina di minuti
3. Trascorso il tempo necessario stendete la pasta e ritagliatela a forma di stella o di alberello: se non avete le formine vi basterà disegnare una stella di cartoncino, sovrapporla alla pasta e ritagliarne il contorno con il coltello
4. Infine spennellate con l’uovo sbattuto, tenuto da parte in precedenza, e infornate per 20 minuti a 180 gradi (ma date sempre una controllatina per sicurezza). Appena dorati potete sfornare. Cospargete di granella o codeste di zucchero

venerdì 11 novembre 2011

Seitan impanato

Il Cucchiaio di Legno
Qualche giorno fa' vi avevo accennato alle fettine di seitan impanate, che sono un'ottima alternativa per chi non mangia molta carne come me, ma non vuole rinunciare al giusto apporto proteico e - soprattutto - a un piattino gustoso.

Mentre preparavo le cotolette di lonza ho sperimentato questa ricetta, aggiungendo al pan grattato che stavo preparando delle foglioline di salvia tritate.

Il risultato mi è piaciuto moltissimo :)

Cotolette di seitan


Ingredienti (2 persone): 4 fette di seitan, 10 foglie di salvia, pangrattato, latte, olio d'oliva

1. Lavate sotto l'acqua la salvia, poi asciugatela e tritatela finemente: poi mescolatela insieme al pan grattato
2. Mettete sul fuoco una padella con l'olio
3. Passate le fettine di seitan prima nel latte e poi nel pangrattato
4. Quando sentirete il profumo dell'olio sarà il momento di cominciare a friggere: fate dorare da ambo i lati le vostre fettine, poi togliete dal fuoco e riponete in un piatto
5. Assorbite con carta da cucina l'unto in eccesso e servite

Torta della nonna

Torte al Cioccolato
Qualche tempo fa' sono stata colta da una strana rivelazione: non ho mai provato a cucinare la torta della nonna, dolce che personalmente adoro e che non manco mai di assaggiare quando mi si presenta l'occasione.

Dovevo andare a Milano ed ero arrivata in stazione con largo anticipo, tutta presa dall'entusiasmo per quella giornata lavorativa così insolita: lei era lì ad aspettarmi, sul bancone del bar, bella e appetitosa nonostante fosse un residuo surgelato avanzato dal giorno prima. Non potevo abbandonarla.

Un attimo dopo io e la mia torta della nonna eravamo diventate gioiosamente una cosa sola :)

Ma mi sono ripromessa che avrei recuperato la ricetta per prepararla a casa con le mie manine.

Ed eccola qui…..

Ricetta della torta al limone e pinoli


Ingredienti: 25 g di pinoli, zucchero a velo

Per la pasta frolla: 500 gr di farina 00, 250 gr di burro, 4 tuorli (70 g), 180 gr di zucchero, limone grattugiato, 1 pizzico di sale

Per il ripieno: 400 g latte, 100 g panna fresca, 6 tuorli, 150 g zucchero, 40 g maizena, scorza grattugiata e succo di un limone

Preparazione

1. Per prima cosa preparate la pasta frolla: montate i tuorli insieme allo zucchero mescolando con cura
2. Disponete a fontana la farina e ponete al centro il burro fatto a pezzetti, la scorza di limone grattugiata e i tuorli appena montati. Impastate bene a mano fino ad ottenere un impasto omogeneo: avvolgete poi nella pellicola e lasciate riposare in frigo per almeno 3 ore (o anche di più!)
3. A questo punto potete preparare la crema: fate bollire in un pentolino il latte insieme alla panna e a un cucchiaio di zucchero
4. Montate i tuorli con il restante zucchero fino a renderli chiari e spumosi. Poi aggiungete l’amido di mais, la scorza e il succo di un limone
5. Una volta tolto il latte dal fuoco amalgamatevi delicatamente il composto e rimettete sul fuoco, portate a bollore mescolando continuamente per alcuni minuti, fino a quando la crema non sarà bene addensata
6. Versate poi la crema in una terrina, lasciate intiepidire e coprite con la pellicola
7. Utilizzate un matterello per stendere metà della pasta frolla su un piano leggermente infarinato: realizzate una sfoglia dello e posatela sul fondo imburratoe infarinato di una tortiera
8. Con 1/3 dell’impasto rimasto formate un rotolo e premetelo contro le pareti della tortiera per creare un bordo alto circa 2-3 cm. Versate all’interno la crema raffreddata. Piegate il
bordo sulla crema
9. Infine, stendete un disco sottile tra due fogli di carta da forno con la pasta frolla rimasta e coprite la torta sigillando bene il bordo
10. Distribuite sulla superficie i pinoli e cuocete in forno preriscaldato a 180 ° C per 45 minuti
11. Quando la torta sarà ben dorata sfornate e fate raffreddare. Servite cosparsa di zucchero a velo.

giovedì 10 novembre 2011

Lasagne alla bolognese

Alice.tv
Ormai lo sapete, mi piace partire con anticipo: a settembre ero già dietro ai fornelli alle prese con le ricette di Halloween e, scoccato il 1 novembre, il mio pensiero è volato subito alle delizie natalizie!!

Pur rendendomi conto di essere un caso atipico decido quindi di inaugurare ufficialmente le ricette di Natale già oggi, il 10 novembre, perché non ho più voglia di attendere :D
Ce ne sono così tante, e così buone, che non si possono preparare tutte all'ultimo!

Inizierò dalla ricetta che per me rappresenta il Natale più del panettone: le lasagne alla bolognese.
La mia metà emiliana prende il sopravvento e ritorno alla prima volta in cui, insieme a mamma e nonna, mi sono divertita a sommergere di besciamella le nostre lasagne verdi, rigorosamente preparate in casa.

Ecco a voi la ricetta più buona del mondo!

Ricetta delle lasagne al forno


Ingredienti: 400 gr. di Parmigiano Reggiano stagionato, 1 kg. di sfoglia verde, un panetto di burro da 200 gr. circa, besciamella

Per la besciamella: 100 gr. di farina "00", 100 gr. di burro, 1 litro di latte fresco intero, sale fino e noce moscata q.b.

Preparazione


1. Portate a ebollizione una pentola di acqua salata
2. Nel frattempo preparate la besciamella: fate sciogliere in un pentolino a fuoco lento il burro e, una volta che sarà sufficientemente liquido, versate la farina a pioggia.Amalgamate bene il tutto e iniziate a versare il latte poco alla volta in modo da evitare la formazione di grumi. Mescolate fino a quando il composto non sarà sufficientemente denso
3. Tagliate la sfoglia in rettangoli di circa 15x10cm: poi buttateli nell'acqua bollente e scolate non appena vengono a galla
4. Passateli velocemente in acqua fredda e lasciateli asciugare su un telo pulito
5. Ungete di burro il fondo della teglia e spargetevi qualche cucchiaiata di ragù e besciamella: poi coprite con i rettangoli di sfoglia e stendevi un sottile velo di besciamella, ragù in abbondanza, fiocchetti di burro e molto Parmigiano
6. E via con gli altri strati! Procedete allo stesso modo con gli strati successivi e terminate con una copertura di sfoglia sulla quale stenderete un po' di ragù amalgamato con besciamella, qualche fiocchetto di burro ed una spolverata di Parmigiano
7. A questo punto infornate per 25/30 minuti a 180° in forno preriscaldato. Se, come me e il mio papà, amate le lasagne un po' croccanti, accendete il grill (non più di 2 minuti) per ottenere una leggera gratinatura

Muffin alla nutella

In The Kitchen for Fun
La ricetta che vi propongo stamattina è qualcosa di eccezionale, credetemi. Niente di dietetico, sia chiaro, ma da gustare con tutta la gioia e la felicità che solo un muffin alla nutella può regalare ;)

Si tratta di una ricetta che ho "preso a prestito" da Roberta di In The Kitchen for Fun: non mi dilungo in spiegazioni superflue, basta leggere la ricetta!!

Ricetta dei muffin con yogurt e nutella


Ingredienti: 2 uova, 200 gr di zucchero, 500 gr di farina 00, 100 gr di burro fuso, 2 vasetti di yougurt alla banana, 2 vasetti dello yogurt di latte, 1 pizzico di sale, lievito, gherigli di noce macinati

1). Rompiamo le uova e sbattiamole fino ad ottenere un impasto cremoso (se ce l'avete utilizzate l'impastatrice): quando vedrete delle bollicine vorrà dire che le uova saranno ben montate. Poi aggiungete anche lo zucchero e montate ancora

2). Aggiungete gradualmente il burro, lo yogurt e il latte e la granella di noci: infine versate il lievito e amalgamate bene

3). Ed ecco che entra in gioco lei, la nutella :)
Poggiamo delle belle cucchiaiate sopra all'impasto e spingiamo delicatamente con il cucchiaio

4). Versiamo il composto negli appositi stampini per i muffin e inforniamo in forno caldo a 200 gradi per una ventina di minuti

Quando i vostri dolcetti saranno ben dorati ecco il momento di sfornare! E adesso dovete resistere: aspettate che si raffreddino almeno un pò prima di sbafare!!

mercoledì 9 novembre 2011

Fusilli porro e Castelmagno

Donna Moderna .com
Arrivano i porri!


INGREDIENTI:
100 g Castelmagno
400 g Pasta di Semola (di Grano Duro)
 3  n° Porri
qb  Sale
qb  Pepe 
5 bicchieri Vino Bianco
80 g Burro
1 rm Basilico Fresco
1 n° Scalogno




PREPARAZIONE:
400 g di fusilli 
100 g di formaggio castelmagno
3 porri grandi
80 g di burro
1/2 bicchiere di vino bianco
1scalogno
1 rametto di basilico
sale 
pepe

 Tutto in 5 mosse: 

  • 1) Pulite i porri lavandoli ed eliminando la base, buona parte del gambo verde e il primo involucro di foglie, quindi  affettateli a rondelle molto sottili. 

    2) Tagliate lo scalogno a dadini e fatelo appassire per 3 minuti nel burro a fuoco lento, unite i porri, le foglie di basilico e fate insaporire per 5 minuti. 

    3) Bagnate con il vino bianco e fate cuocere per 10 minuti mescolando continuamente.

    quindi salate e pepate. 

    4) Lessate al dente i fusilli in abbondante acqua salata, scolate e fate saltare per 2 minuti a calore vivace in  padella con la crema di porri. 

    5) Trasferite la pasta nei piatti individuali, distribuitevi il castelmagno affettato a scagliette con il pelapatate, mescolate in modo che il formaggio si ammorbidisca con il calore e servite. 





Torta di castagne

Franme Cucina 2
Una ricetta irrinunciabile in autunno, che preparo almeno una volta al mese, è la torta di castagne: ho sperimentato numerosissime versioni, da quelle più pannacioccolatose a quelle più semplici e leggere.
Niente da fare: non una che resista più un paio di giorni in casa (forse è anche per questo che ne cucino così tante!!).

La torta di castagne che vi propongo oggi è classica e a mio parere davvero buonissima. E' tratta dal blog Franme Cucina 2, ricco di dolci prelibatezze e non solo…..fatevi un giro alla scoperta di tante leccornie!

Ricetta della torta con castagne classica


Ingredienti: 300 g di castagne, 150 g di zucchero, 3 uova, 3 cucchiai di brandy, zucchero a velo q.b.

1. Portate ad ebollizione una pentola di acqua e fatevi bollire le castagne per circa 30 minuti: togliete buccia e pellicina e passatele nel mixer o al passaverdura in modo tale da ottenere una purea

2. Montate i tuorli insieme allo zucchero fino ad ottenere una consistenza cremosa, poi aggiungete la purea di castagne e, continuando a mescolare, aggiungete il brandy

3. Montate a neve gli albumi e incorporateli gradualmente alla miscela di castagne e uova: imburrate e infarinate una teglia dal diametro di cm 28. Infornate in forno caldo 160° per circa 30 minuti

martedì 8 novembre 2011

Gateau di patate: un piatto unico e saporito

Qualche settimana fa stavo guardando un programma di cucina in tv e lo chef ha riproposto un piatto della tradizione campana dagli ingredienti semplici e dal sapore unico! Si tratta del gateau di patate, una ricetta che di solito fa impazzire (letteralmente!!) adulti e bambini. E' semplice da realizzare ed è buonissima anche il giorno dopo...anzi, forse è anche più buona! Provatela e...evitate di fare il calcolo delle calorie!

Ingredienti per quattro persone:

600 grammi di patate
75 grammi di burro
50 grammi di parmigiano
4 uova
100 grammi di mortadella
200 grammi di mozzarella
mezzo bicchiere di latte
pane grattugiato q.b.
noce moscata q.b.
sale q.b.

La preparazione è semplicissima: dopo aver fatto bollire le patate in acqua leggermente salata, con una forchetta schiacciate le patate, metterle in una ciotola ed aggiungere le uova, il latte, il parmigiano, un cucchiaio di pangrattato, il burro e il sale. Amalgamate per bene tutti gli ingredienti tra di loro e, se l'impasto vi sembra troppo molliccio, aggiungete un po' di pan grattato; unite la mozzarella e la mortadella tagliate a dadini non troppo piccoli e una grattugiata di noce moscata, infine aggiustate di sale. Imburrare lo stampo da forno, ricoprirlo alla base e ai lati con del pangrattato e poi distribuire il composto di patate nello stampo. Aggiungere altri dadini di mozzarella e una spolverata di parmigiano. Ricoprire con il pangrattato e con qualche fiocchetto di burro. Infornare per 30 minuti a 180°. Servire il gateau di patate tiepido.

Un'idea in più: se vi è avanzato il purè del giorno prima, potete fare la stessa identica cosa e in pochi minuti tirerete fuori un piatto sopraffino! Potete anche sostituire la mortadella con il prosciutto cotto...insomma, nessuna regola, solo quella di gustarsi una bella porzione di gateau!

lunedì 7 novembre 2011

Cotolette di lonza

DonnaModerna
Non so perchè, ma qualche volta mi prende una voglia di fritto irresistibile! Devo ammettere che non è troppo frequente, ma quando ne ho voglia ne ho proprio voglia!!

Così per stasera ho recuperato una buonissima ricetta delle cotolette di lonza farcite per il mio maritino mentre per me, che mangio pochissima carne, quella del seitan impanato (a breve la ricetta).

Ero tentata dal preparare anche delle verdurine dorate - che è uno splendido modo per non dire che sono fritte e strafritte nell'olio ;D - ma credo che opterò saggiamente per una sana insalatina.

Intanto di fritto ce ne sarà abbastanza, voi che dite?

Ricetta delle cotolette ripiene


Ingredienti: 4 fette di lonza, 60 g di fontina, 1 cucchiaio di capperi, 1 cucchiaio di olive verdi denocciolate, 1 spicchio di aglio, 3 fette di pancarrè,  20 g di parmigiano reggiano grattugiato, 1 mazzetto di timo, 1 mazzetto di prezzemolo, 1 mazzetto di  maggiorana, 1 uovo, olio extravergine d'oliva, sale, pepe
Preparazione
1). Fate un trito a base di qualche foglia di prezzemolo, metà aglio, capperi e olive: poi mescolatelo con la fontina grattugiata (utilizzate una grattugia con fori grossi)
2). Incidete le fette di lonza per formare una tasca in ognuna: poi farcite con il composto e richiudete con uno stecchino
3). Tritate il pane nel mixer insieme all'aglio e al prezzemolo rimasti, le altre erbe e il parmigiano. Passate le fettine nell'uovo sbattuto e nel trito
4). Friggete in padella con olio bollente per 3/4 minuti ciascun lato, salate e pepate

domenica 6 novembre 2011

Torta pere e zafferano

IlMondodeiDolci
Questo primo lunedì di novembre, così grigio e piovoso, mi rende inevitabilmente pigra: sarà che sono quasi le nove di mattino e guardando fuori dalla finestra sembra ancora notte, sarà che il week end passa sempre troppo in fretta… Sarò che ho bisogno di un pretesto per sbafarmi un dolce preparato tempo fa' e poi riposto in freezer!! ;)

E' una torta soffice a base di pere e zafferano, ideale proprio da congelare e poi gustare in giornate come questa, quando invece della solita colazione c'è bisogno di qualcosa di appagante e già pronto.

Vi stuzzica l'idea? Seguite le ricetta e conservate la torta in freezer: sarà la vostra arma segreta per una cena all'ultimo momento o in pigre giornate come questa.

Ricetta della torta soffice con zafferano e pere


Ingredienti: 2 dischi di pan di Spagna pronto, 400 g di ricotta vaccina, 150 g di panna montata , 170 g di zucchero semolate, 200 g di pere, 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva, un limone, 2 dl di vino bianco secco, una bustina di zafferano, zucchero a velo, trito di nocciole tostate per guarnire
Preparazione:
1. Versate in una terrina la ricotta insieme a 120 g di zucchero e lavorate con le fruste elettriche per circa 5 minuti. Poi incorporate gradualmente la panna montata ben soda
2. Preparate le pere sbucciandole e tagliando a cubetti: unitevi lo zucchero e il succo di limone. Mettetele in padella e fatele rosolare nell'olio, poi bagnatele con il vino nel quale avrete sciolto lo zafferano, alzate la fiamma, lasciate sfumare e spegnete
3. Filtrate raccogliendo il sughetto in una ciotola e la­sciate raffreddare a temperatura ambiente.
4. Procuratevi un contenitore di alluminio foderato e disponetevi un disco di pan di Spagna: bagnate­ con metà del sughetto delle pere, e sten­detevi metà crema di ricotta. Poi proseguite con uno strato di pere e terminate con la crema rimanente
5. Coprite con l'altro disco di pan di Spagna, bagnatelo con il sughetto di pere rimasto, chiudete con un foglio di allumino e congelate (ma non lasciate in freezer per più di 2-3 mesi)

Quando gusterete questa prelibatezza toglietela dal congelatore mezz'ora prima di servirla, met­tetela su un piatto e cospargetela di zucche­ro a velo e trito di nocciole tostate.

venerdì 4 novembre 2011

Cialde di polenta

MeaCulpa Gourmet
Ebbene sì, è arrivato il momento: è ora di cucinare un bel piatto di polenta, ma di polenta come si deve!!

Una bella polenta ricca di formaggio filante, di quel formaggio che cola dalla forchetta e ti manda in estasi… Starò esagerando? Non credo proprio...

Uno dei piatti più semplici e più buoni del mondo: accoppiata decisamente vincente ;)

Sostanzialmente si tratta di mescolare, mescolare, mescolare imperterriti!
E poi……

Ricetta polenta con pesto e stracchino


Ingredienti: 1,5 litri acqua, 100 g burro, 400 g farina di mais, stracchino q.b. , pesto q.b., olio di oliva q.b., sale q.b.

Preparazione

1. Portate a ebollizione una pentola di l'acqua salata: una volta raggiunto il bollore versatevi la farina gialla poco per volta (attenzione ai grumi!) e mescolate bene il tutto con un mestolo di legno
2. Amalgamate bene e, se la polenta vi sembra troppo dura allungatela con un mestolo d'acqua calda. Dopo una quarantina di minuti la polenta comincerà a staccarsi dai bordi e sarà pronta
3. Versate uno strato in una pirofila unta con il burro e mettete in forno per 15-20 minuti a 120°
4. Poi lasciate raffreddare e tagliate creando le forme per le vostre cialde: ricoprite con cucchiaiate di stracchino e di pesto, oppure variate con ingredienti a vostra scelta
Sono ottime servite come aperitivo e sono ideali in caso di ospiti celiaci!!

Dolcetti di mandorle

La Mucca Sbronza
Oggi inauguro la giornata con una doppia ricetta per cucinare dei dolci con le mandorle sfiziosissimi: ricordano tanto i pasticcini inglesi da accompagnare al tè delle cinque, sono talmente belli che sembrano quasi finti!!

Col vantaggio che le ricette per i pasticcini alla mandorla e per gli amaretti sono davvero facilissime: secondo me sono perfette per un pomeriggio di "spetteguless" tra amiche ;)

Pasticcini alla mandorla e ciliegie candite


Ingredienti: 120g farina di mandorle, 150g zucchero, 80g farina 00, 1 uovo e due albumi, 1/2 cucchiaino abbondante di lievito, scorza grattugiata di un limone bio, 100g circa di ciliegie candite, 80g circa di cioccolato fondente, 30g di burro

1. Versate in una terrina la farina di mandorle insieme alla metà dello zucchero, il lievito, la farina 00 e la scorza di limone: mescolate bene con una frusta per amalgamare tutti gli ingredienti

2. Unite anche l'uovo intero mescolando con cura e poi aggiungete la metà delle ciliegie candite tritate al coltello

3. Montate gli albumi con lo zucchero e uniteli delicatamente al composto

4. Procuratevi dei pirottini di carta (o utilizzate delle formine per piccoli muffins) e versatevi un cucchiaio da tè di impasto: cuocete in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 15-20 minuti. Quando saranno ben dorati sfornate e lasciate raffreddare

5. Nel frattempo tagliate a metà le ciliegie rimaste e spezzettare a coltello il cioccolato fondente: scioglietelo a bagnomaria insieme al burro e versatene un cucchiaino su ogni pasticcino, completate con mezza ciliegia e lasciate raffreddare

Ricetta Amaretti


Ingredienti: 175g mandorle, 150g zucchero, 2 bianchi d'uovo,
50g zucchero a velo

1. Montate a neve gli albumi insieme allo zucchero fino ad ottenere un composto molto spumoso

2. Tritate le mandorle fini nel mixer, versatele in una ciotola e unitevi, con un movimento dal basso verso l'alto, gli albumi montati

3. Lavorate il composto con le mani fino ad ottenere un impasto sodo con il quale andrete a creare delle palline grandi come una piccola noce

4. Passate le palline nello zucchero a velo, poi disponetele su una teglia rivestita di carta forno e cuocete a 200° per circa 15 minuti

Potrete sfornare quando saranno ben dorati.

giovedì 3 novembre 2011

Cheesecake allo stracchino

Nella Cucina di Laura
Oggi vi propongo una ricetta davvero molto invitante e versatile: è una torta salata a base di erbe e stracchino, una maniera alternativa e gustosissima per assaporare questo ottimo formaggio.

La ricetta è di Laura Pacciani e potete trovare tutti dettagli e le immagini passo passo sul suo blog Nella Cucina di Laura.

Potete presentare la cheescake intera oppure tagliata a cubetti per proporre un antipasto sfizioso e originale. Accompagnata da un bicchiere di buon vino secondo me è l'apoteosi dell'aperitivo!!

Torta salata con erbe e stracchino

Ingredienti

Per la base: 160 gr. di crackers, 80 gr. di burro morbido a temperatura ambiente, un mazzettino di rucola
Per il ripieno: 250 ml. di panna liquida, 3 fogli di colla di pesce, 500 gr. di stracchino

Preparazione

1. Frullate per qualche minuto nel mixer i cracker insieme al burro e alla rucola
2. Quando il composto sarà ben tritato versatelo in uno stampo rivestito di carta da forno e schiacciate un pò in modo tale da creare una base compatta. Poi riponete in frigo
3. Lasciate ammollare in acqua fredda la colla di pesce
4. Nel frattempo scaldate in un pentolino metà della panna liquida e, successivamente, scioglietevi la colla di pesce strizzata
5. Dopo aver ripulito il mixer versatevi lo stracchino insieme alla panna rimasta e a quella riscaldata con la colla di mesce: mescolate bene fino ad ottenere un bel composto omogeneo
6. Versate sopra la base precedentemente creata l'impasto di stracchino e livellatelo bene. Poi riponete in frigo e armatevi di pazienza: dovrà solidificare per almeno 4 ore!!