giovedì 28 novembre 2013

Fave e Cicorie, ricetta pugliese

Una ricetta dedicata alla mia regione, la Puglia: un piatto semplice e antico dal sapore unico e inconfondibile, perfetto per la stagione invernale. Fave e cicorie rappresentano un piatto completo molto semplice da preparare ed estremamente gustoso. Se non trovate le cicorie, potete accompagnare il purè di fave con altre verdure a vostra scelta, per esempio le coste, erbette e spinaci.

Ecco l'originale ricetta pugliese di fave e cicorie!

Ingredienti:
400 gr di fave secche
400 gr di cicoria selvatica o erbette
Olio extravergine d'oliva
2-3 foglie d'alloro
sale q.b.
acqua q.b.
fette di pane casereccio

La preparazione di fave e cicorie deve avvenire con un giorno d'anticipo, in quanto le fave secche devono rinvenire in acqua e devono stare a bagno in abbondante acqua fredda per circa 12 ore. Mettetele dunque in una ciotola ben capiente e lasciatele a bagno.

Trascorse le 12 ore, sciacquate le fave sotto acqua corrente e mettetele in una pentola capiente ricoperte d'acqua a filo e con 3 foglie d'alloro; coprite con un coperchio e fate cucinare a fiamma bassa, altrimenti rischiano di attaccarsi. Lasciate sul fuoco per circa 2 ore.

Se si asciugano troppo, aggiungete di volta in volta un bicchiere d'acqua e continuate la cottura; quando sulla superficie dell'acqua vedrete formarsi una schiuma, toglietela con la schiumarola: di solito la schiuma si forma dopo un paio d'ore, poco prima che siano cotte le fave.

Lavate le cicorie nel frattempo, eliminando gambi o parti rovinate e lessatele in abbondante acqua bollente salata, sbollentandole per qualche minuto; scolatele e tenetele da parte. Quando le fave saranno cotte, rimestatele con un cucchiaio di legno fino a quando non si sfalderanno grossolanamente fino a formare un purè.

A questo punto tostate i crostini di pane e componete il piatto, con metà fave e metà cicorie e irrorando il tutto con olio extravergine d'oliva d'ottima qualità.

martedì 19 novembre 2013

Frittelle di mele ricetta

Siete già in clima natalizio? Io sì, o almeno questa è la scusa che trovo per preparare le frittelle di mele senza ulteriori sensi di colpa :) Ecco la ricetta di questo dolce facilissimo, tipico del Trentino Alto Adige, dove nel periodo di Natale si usa sgranocchiare queste frittelle passeggiando tra bancarelle e stand. Ecco a voi gli ingredienti e la preparazione!

Ingredienti 
2 mele
succo di 1 limone
150 gr di farina
20 gr di zucchero per la pastella
100 gr zucchero per cospargere le mele
pizzico di sale
200 ml di latte
2 uova
1 bustina di vanillina
zucchero a velo q.b.
olio di semi per friggere

Preparazione
Per prima cosa occupatevi di preparare la pastella nella quale intingerete le fettine di mele: mettete in una ciotola bella ampia i due tuorli dell'uovo e sbatteteli insieme ai 200 ml di latte con l'aiuto di uno sbattitore elettrico; aggiungete un pizzico di sale, la vanillina e la farina setacciata e mescolate bene fino a quando non avrete ottenuto un composto liscio, omogeneo e denso.

Coprite la ciotola e lasciate riposare per mezz'ora; trascorso il tempo, montate gli albumi a neve insieme ai 20 gr di zucchero e unite il tutto al composto delicatamente per non smontare gli albumi.

Dedicatevi ora alle mele, che vanno private del torsolo centrale con il cavatorsolo o, se non l'avete, con un coltello affilato. Tagliatele a fettine spesse circa 1/2 cm e ponetele in un contenitore; irroratele con il succo di 1 limone per evitare che anneriscano.

Tamponate le fettine di mela con carta da cucina, dopo di che passatele nello zucchero da entrambe le parti; passate le fettine nella pastella e fatele dorare nell’olio caldo rigirandole su entrambi i lati. Quando toglierete le frittelle di mele dall’olio, ponetele su carta assorbente da cucina per togliere l'eccesso di olio. Cospargete con zucchero a velo e se vi piace un pizzico di cannella.

martedì 12 novembre 2013

Ricetta del Cheese Naan Indiano

Ieri sera bellissima cenetta indiana, accompagnata da una delle ricette più facili e buone che abbia mai provato, ovvero il cheese naan, il pane indiano ripieno di formaggio che tradizionalmente viene servito per accompagnare pietanze di vario genere, nel mio caso un classico pollo al curry con verdure. Si tratta di una ricetta a base di yogurt, rapidissima...l'unico problema è che crea dipendenza ed è talmente buona che, nel mio caso, è diventata il piatto principale della serata, altro che accompagnamento!

Ingredienti
350 gr di farina 00
125 gr di yogurt greco
1 bustina di lievito disidratato
3 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di zucchero
acqua tiepida q.b.
olio di semi o burro q.b.
250 gr di formaggio spalmabile

Preparazione
In una ciotola grande ponete la farina e il lievito, unite il sale e lo zucchero, i tre cucchiai di olio e mescolate il tutto; aggiungete lo yogurt e mescolate; se l'impasto dovesse risultare troppo solido, potete aggiungere qualche cucchiaio di acqua.

Formate con l'impasto una palla e ricopritela con uno straccio pulito, lasciando lievitare per 3 ore circa, fino a quando il volume non si sarà duplicato. A questo punto prendete l'impasto e dividetelo in 8 palline della stessa dimensione, dalle quali otterrete otto dischi sottili, stendendo bene l'impasto con l'aiuto di un mattarello. Cercate di ottenere un disco sottile e omogeneo. Al centro ponete un cucchiaio abbondante del formaggio spalmabile da voi preferito e spalmatelo lasciando liberi i bordi. Ricoprite con un altro disco sigillando bene i bordi, eventualmente inumidendo con dell'acqua.

Scaldate una padella antiaderente cosparsa di un velo di burro o un po' d'olio e fate cuocere i cheese naan 2-3 minuti per lato, fino a quando non faranno delle bolle e diventeranno dorati. Servite caldo.

martedì 5 novembre 2013

Pasta gratinata al forno con verdure autunnali

Soprannominata "pasta autunnale", questa ricetta è stata frutto dell'esigenza di svuotare il frigo e creare un primo piatto ricco e gustoso.

E' nata così questa pasta gratinata con besciamella e verdure di stagione, zucca e funghi in primis.

E' bastato saltare le verdure e preparare a parte una besciamella aromatizzata alla noce moscata e il risultato mi è piaciuto molto.

Ingredienti
250 gr di zucca
300 gr di funghi
1/2 cipolla bianca
1/2 bicchiere di vino bianco secco
2 carote
rosmarino
300 gr di pasta corta
500 ml di besciamella
noce moscata
pepe
sale
1 noce di burro
pangrattato q.b.
olio evo
parmigiano grattugiato

Preparazione
Per prima cosa mi sono dedicata a lavare e tagliare le verdure, in particolare la zucca deve essere ridotta a cubetti abbastanza piccoli in modo da cucinarsi in fretta; ho tolto i gambi ai funghi e li ho tagliati in quattro spicchi. Ho ridotto a piccoli pezzi anche la carota e l'ho messa a soffriggere insieme alla cipolla affettata finemente in una padella, insieme all'olio d'oliva. Quando la cipolla si è imbiondita, ho aggiunto la zucca tagliata a pezzetti e i funghi, sfumando con il vino, aggiustando di sale e cospargendo il tutto con un trito di rosmarino fresco.

Ho fatto cucinare le verdure, lasciandole sode. Nel frattempo ho scolato la pasta al dente e l'ho versata in una ciotola; ho aggiunto 2 mestoli abbondanti di besciamella, le verdure e il parmigiano grattugiato. Ho mescolato il tutto.

Ho imburrato una teglia da forno e ho cosparso il fondo con del pangrattato. Ho adagiato la pasta nella teglia e l'ho ricoperta con la besciamella restante; ho cosparso il tutto di pepe, parmigiano e ho completato con un ultimo strato di pangrattato. Ho messo in forno per 25 minuti a 180° e per finire ho attivato il grill per creare la crosticina dorata sulla pasta.

giovedì 31 ottobre 2013

Ricetta originale della Quiche Lorraine

L'ho preparata ieri sera e non vedevo l'ora di condividere la ricetta originale della Quiche Lorraine. E' venuta buonissima anche se, data la sua famosa pesantezza, dopo due fettine ero letteralmente k.o.! Si tratta di una ricetta francese molto facile da preparare e ideale da tagliare a fettine e mangiare con gli amici. Potete sostituire la pancetta con delle verdure nel caso ci fosse qualcuno vegetariano: quella che vi propongo io è la versione tradizionale della quiche Lorraine.

Ingredienti
1 rotolo di pasta brisè tondo
150 gr di pancetta affumicata
1 uovo + 3 tuorli
150 gr di formaggio groviera
300 ml di panna fresca liquida
noce moscata
pepe
sale q.b.

Preparazione
Per prima cosa sbattete in una ciotola capiente le uova e la panna da cucina, aggiungendo una spolverata di noce moscata, pepe e un pizzico di sale. Otterrete una crema liscia e liquida.

Fate scottare in acqua bollente la pancetta affumicata per dieci minuti, dopo di che mettetela da parte. Grattugiate il groviera e conservate anche questo.

Stendete il rotolo di brisè con la carta da forno presente nella confezione in una teglia tonda e per prima cosa mettete sul fondo il groviera che avete grattugiato. A questo punto versate la crema di uova e panna e completate con la pancetta, che va messa per ultima in modo da vedersi.

Infornate la quiche lorraine a  170° per circa 15-20 minuti, fino a che  si sarà dorata in supeficie e aspettate 5-10 minuti prima di servirla.

venerdì 25 ottobre 2013

Sformato di patate e zucca filante

Cosa succede quando due degli ingredienti più versatili e utili in cucina si fondono insieme? Succede quella cosa meravigliosa e soffice che prende il nome di sformato di patate e zucca, con un cuore filante di formaggio.

Un'idea semplice e sfiziosa da portare in tavola come accompagnamento a carne e secondi ma ottimo anche freddo, da tagliare a cubetti e gustare come aperitivo. Che ne dite?
Ecco la ricetta!

Ingredienti
400 gr di zucca
600 gr di patate
150 gr di taleggio (o altro formaggio a vostra scelta)
50 gr di parmigiano grattugiato
25 gr di burro
1 uovo
sale q.b.
noce moscata una punta
salvia e rosmarino
pepe a piacere
pangrattato q.b.

Preparazione
Per prima cosa l'unica parte un po' noiosa della ricetta, ovvero sbucciare patate e zucca, lavarle e tagliarle a pezzi di dimensione media; calate i vostri cubetti in abbondante acqua fredda e salata e mettete il tutto sul fuoco; dopo circa 20-25 minuti controllate la cottura di zucca e patata e se vi sembra abbastanza tenera ma non sfatta scolate il tutto.

In una ciotola mettete i cubetti di patata e zucca e schiacciateli con una forchetta fino a ottenere una purea omogenea, aggiungete 1 uovo, il parmigiano, il burro, salvia e rosmarino sminuzzati molto finemente, una punta di noce moscata e pepe e mescolate il tutto. Imburrate una pirofila imburrata mettete sul fondo 1 po' di pane grattugiato e metà della purea. Ricoprite con il formaggio a dadini e create un altro strato di purea.

Finite con un gratin fatto di parmigiano, un po' di pangrattato, pepe e qualche fiocchetto di burro. Mettete in forno per 25 minuti a 180° e alla fine attivate il grill.

lunedì 21 ottobre 2013

Cioccolata Calda fatta in casa

Ieri domenica di pioggia e freddo: la giornata ideale per preparare una tazza di cioccolata calda fatta in casa. Fortunatamente avevo tutti gli ingredienti e ho deciso di sperimentare la ricetta "originale", la vera cioccolata calda, fatta con il cioccolato fondente. 
Buonumore in tazza! Gli ingredienti riportati sono per due tazze mooolto abbondanti, eventualmente anche tre se non siete golosi come la sottoscritta e il suo fidanzato!

Ingredienti per due tazze
120 gr di cioccolato fondente di buona qualità
500 ml di latte
20 gr di zucchero
20 gr di amido di mais
20 gr di cacao amaro in polvere
panna fresca per guarnire (a piacere)

In un pentolino versate i 500 ml di latte e stemperateci dentro l'amido e il cacao setacciati con un passino a maglie strette (vi aiuterà ad evitare i grumi); mischiate il tutto con una frusta fino a quando il latte non diventerà di un bel marroncino chiaro e tutti i grumi saranno spariti.

Trasferite il pentolino su fuoco a fiamma bassa e mescolate: quando il latte si intiepidisce, aggiungete lo zucchero e fate sciogliere anche questo, sempre mescolando sulla fiamma bassa. 

A questo punto tritate il cioccolato fondente grossolanamente e mettetelo in una ciotolina per scioglierlo al microonde (oppure a bagnomaria). Quando il latte avrà sfiorato il bollore, incorporate il cioccolato fuso e continuate a mescolare, sempre sul fuoco, fino a ottenere la densità desiderata.

Controllate se lo zucchero è di vostro gradimento, eventualmente aggiungetene un po' se vi piace più dolce. Servite decorando con panna!

martedì 15 ottobre 2013

Gnocchi alla sorrentina gratinati al forno

Quello tra me e li gnocchi in tutte le loro forme e declinazioni è un amore destinato a durare in eterno! Ho provato a prepararli in tutti i modi, sia quelli comprati che quelli fatti in casa. La ricetta degli gnocchi alla sorrentina è sempre stato uno dei miei "piatti forti", un modo tradizionale e quantomai gustoso di condire questi soffici gnocchetti e gratinarli al forno. La ricetta campana originale prevede ingredienti semplici e genuini, ed è veramente molto rapida da preparare. Il mio consiglio? Abbondate con il parmigiano, per avere un effetto gratinato super!

Ingredienti 
1 kg di gnocchi
700 ml di passata fresca
1 mazzo di basilico
1/2 cipolla
olio evo
mozzarella fior di latte 250 gr
100 gr parmigiano grattugiato
sale q.b.
pepe a piacere

Preparazione
La prima cosa da fare è preparare un leggero e fresco sughetto al basilico, facendo un delicato soffritto di cipolla e aromatizzandola con le foglie di basilico fresco. Dopo averla aggiustata di sale, lasciatela da parte.

Tagliate la mozzarella a cubetti e mettetela in un colino per farle perdere l'acqua in eccesso; in acqua bollente e salata calate gli gnocchi e quando vengono a galla scolateli delicatamente con una schiumarola in modo da non romperli. Poneteli in una capiente ciotola e versateci metà del sugo e la mozzarella a cubetti. Mischiate bene e trasferiteli in una pirofila. Ricopriteli con il sugo avanzante.

Ricoprite il tutto con abbondante parmigiano, e guarnite con ancora qualche foglia di basilico. Passate in forno fino a quando il formaggio non avrà assunto un bel color nocciola.

giovedì 10 ottobre 2013

Crepes salate con besciamella e funghi

Forse un pochino laboriose, le crepes mi piacciono molto sia nella versione salata che dolce. In autunno preparo spesso le crespelle salate condite con besciamella e funghi, ma le possibili varianti sono infinite, per esempio si può aggiungere del prosciutto cotto o arricchire le crepes con dei formaggi a vostro piacimento. La ricetta che vi suggerisco è per circa 10 crespelle, ma potete aumentare le dosi se ne volete fare di più!

Ingredienti per le crepes
350 gr di latte
170 gr di farina
30 gr di burro
2 uova
1 pizzico di sale

Ingredienti per la besciamella
1/2 litro di latte
50 gr farina
50 gr burro
1 pizzico di sale
1 pizzico di noce moscata

Ingredienti per il condimento
funghi freschi 400 gr
prosciutto cotto a dadini 100 gr
parmigiano reggiano grattugiato

Preparazione delle crepes: per prima cosa partiamo dalle crepes, che sono velocissime da fare. Dovete setacciare in una coppa grande la farina e aggiungete un pizzico di sale e il latte; lavorate il composto anche con un minipiner fino a quando non sarà liscio e privo di grumi, dopo di che aggiungete le uova sbattute a parte in un piattino e il burro fuso; mescolate il tutto e mettete in frigo coperto per circa 30 minuti. Passato il tempo, prendete un padellino antiaderente e fate sciogliere un fiocchetto di burro; versate un mestolino di composto e roteate la padella facendolo distribuire uniformemente. Girate la crepes e fatela dorare leggermente da entrambi i lati. Impilate le crepes una sull'altra e lasciate intiepidire.

A questo punto preparate la besciamella: mettete in un pentolino il burro a dadini e fatelo sciogliere a fiamma bassa; aggiungete la farina e mescolate eliminando tutti i grumi; a questo punto versate il latte caldo togliendo il pentolino dal fuoco e, quando l'avrete incorporato tutto, mettete di nuovo il tutto sul fuoco. Mescolate di continuo portando a bollore, dopo di che aggiustate di sale e noce moscata.

A questo punto in una pirofila da forno mettete sul fondo i fiocchetti di burro e cominciate a confezionare dei triangolini di crepes, mettendoci dentro una spalmata di besciamella, qualche cubetto di prosciutto e i funghi. Disponete tutte le crepes una a fianco all'altra sovrapponendole leggermente e coprite con besciamella. Gratinate il tutto con abbondante parmigiano.

lunedì 7 ottobre 2013

Pasta con la Zucca, Pancetta e Rosmarino

E' lunedì, piove e l'atmosfera è più che autunnale e non possono che venirmi in mente piatti a base di zucca, un ingrediente così semplice eppure così versatile in cucina. Quest'oggi pasta con la zucca e pancetta, profumata al rosmarino, secondo me uno di quegli abbinamenti intramontabili, perfetti per una cena calda e appagante.

La ricetta è facilissima e veloce, ma il risultato è sempre entusiasmante!

Ingredienti per 4 persone
350 gr di pasta (io ho scelto le caserecce)
1/2 cipolla dorata
300 gr di zucca a cubetti
50 gr di pancetta a dadini
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1 rametto di rosmarino
parmigiano grattugiato
pepe a piacere
olio evo q.b.
sale q.b.

Preparazione
Per prima cosa ho pulito la zucca che è sempre un po' ostica per la buccia spessa e dura; l'ho ridotta a cubetti e messa da parte; su un tagliere ho preparato un battuto fine di cipolla e rosmarino fresco, sminuzzato molto bene. In una padella dai bordi alti ho messo a soffriggere dolcemente la cipolla e il rosmarino e, quando la cipolla è diventata leggermente dorata, ho unito i piccoli cubetti di zucca. Ho lasciato dorare il tutto per qualche minuto e ho sfumato con il vino bianco, che ho fatto evaporare completamente rimescolando di tanto in tanto. Ho aggiustato di sale e pepe e, nella stessa padella, ho aggiunto la pancetta e l'ho fatta tostare senza aggiungere altro olio.

In abbondante acqua salata e bollente fate cuocere la pasta da voi scelta e scolatela leggermente al dente; unitela alla zucca e lasciate saltare in padella per qualche minuto. Servite con abbondante parmigiano e una spolverata di pepe a piacere. Decorate con un po' di rosmarino fresco.

martedì 1 ottobre 2013

Muffin ripieni di crema pasticcera

Con l'umore sotto i piedi, ho pensato che oggi fosse giusto dedicarmi a un dolce godurioso, da abbinare a un bel tè caldo per cercare di prendere ottobre per il verso giusto. Visto che amo i dolci delicati, ho provato a fare i muffin ripieni di crema pasticcera e pezzetti di mela...è una ricetta facile, ma il risultato mi è piaciuto molto, perché l'impasto soffice del muffin diventa ancora più goloso grazie alla crema. Ecco la ricetta e buon inizio di ottobre a tutte!

Ingredienti per la crema
500 ml latte
4 tuori
5 cucchiai di zucchero
50 gr di farina
scorza di 1 limone
vanillina a piacere
1 mela golden a cubetti

Ingredienti per il muffin
180 gr di Burro
200 gr zucchero
Uova 2 intere + 1 tuorlo
380 gr Farina
1 bustina di lievito per dolci
Bicarbonato la punta di un cucchiaino
250 ml latte
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale
1/2 buccia di limone grattugiato

Per prima cosa preparate la crema, mettendo in un pentolino i tuorli con lo zucchero e lavorandoli fino a ottenere un composto bianco e spumoso; incorporate anche la farina un po' alla volta, fino a quando non avrete un composto omogeneo. Unite a filo il latte e aggiungete la scorza del limone; portate sul fuoco e arrivate a bollore mescolando continuamente. Spegnete quando la crema si è rappresa e lasciate raffreddare.

Per preparare i muffin dovete accendere i forno a 180°; tirate il burro fuori dal frigo e quando è a temperatura ambiente lavoratelo con lo zucchero e alla vanillina (l'ideale sarebbe aiutarvi con uno sbattitore elettrico); unite un pizzico di sale e la buccia del limone e sbattete ancora; unite le uova al latte in una ciotola e sbattetele insieme, versate il composto così ottenuto al burro e zucchero e unite il tutto.

Mischiate e setacciate in una ciotola la farina, il lievito e il bicarbonato e uniteli poco alla volta al composto, fino a che il tutto risulterà cremoso e senza grumi; mettete il composto negli stampi da muffin rivestiti da pirottini e infornate per circa 25 min. Lasciate intiepidire dopo di che estraete i muffin, "scoperchiateli" e farciteli di crema e qualche dadino di mela. Rimettete il coperchio e spolverizzate con zucchero a velo.

venerdì 27 settembre 2013

Polpette di Pollo con Curry e Zucchine

La verità è che non so più in che modo utilizzare il curry in ogni mia ricetta. Mi piace molto il suo gusto deciso e vagamente esotico, ma dopo aver sperimentato il pollo al curry in tutte le sue possibili declinazioni, ho tentato di cambiare e il risultato mi ha particolarmente soddisfatta. Ecco la ricetta delle polpette di pollo al curry e zucchine, un'idea un po' diversa dal solito che, sono sicura, piacerà a tutti gli amanti del curry e non solo!

Ingredienti
400 gr di petto di pollo macinato
100 gr di pane raffermo
50 gr di parmigiano grattugiato
2 zucchine
1 uovo
1 spicchio d'aglio
latte q.b.
1 cucchiaino di curry
qualche fogliolina di menta
noce moscata a piacere
olio di semi per friggere
farina 00
sale e pepe

Preparazione
Spezzettate il panino raffermo in una ciotola e irroratelo con il latte fino a quando il pane non assorbirà tutto il liquido; quando il pane si è ammorbidito, strizzatelo per bene ed eliminate tutto il latte. Tagliate le carote alla julienne con una mandolina o con una grattugia dai fori larghi.

In una ciotola ampia unite il pane tritato, il pollo macinato, il parmigiano, le zucchine alla julienne, l'aglio e il prezzemolo tritati il più sottilmente possibile, le foglioline di menta spezzettate, il cucchiaio di curry, una spruzzata di noce moscata. Aggiustate di sale e pepe e mescolate il tutto con cura. Se il composto è troppo liquido, aggiungete un paio di cucchiai di pangrattato.

Formate delle palline non molto grandi e friggetele in abbondante olio di semi bollente; sono sufficienti un paio di minuti per lato; scolate le vostre polpettine su carta assorbente e servitele calde, magari accompagnate da una salsa allo yogurt o da una fresca insalata.

martedì 24 settembre 2013

Sformato di Patate e Verdure

Ennesima variante di quello che, in casa mia, rappresenta una colonna portante della tradizione culinaria, vi propongo un gateau di patate arricchito, questa volta, da diverse verdure di stagione; si tratta di una ricetta che si presta veramente a infinite interpretazioni, aggiunte, modifiche...insomma potete decidere se dare al vostro sformato di patate e verdure un sapore più deciso o delicato. E' delizioso sia da mangiare che da vedere!

Ingredienti:
1 kg di patate
1 scalogno
2 uova
100 gr di parmigiano grattugiato
1 carota
1 zucchina
1/2 peperone
100 gr di piselli
1 mozzarella o provola
sale, burro, olio evo, pangrattato q.b.
pepe e noce moscata a piacere

Per prima cosa mettete a bollire le patate che avrete precedentemente sbucciato e tagliato a pezzettoni in abbondante acqua salata per circa 20 minuti, fino a quando saranno tenere ma ancora ben sode; nel frattempo in una padella, scaldate l'olio evo con lo scalogno tagliato molto finemente, dopo di che versate le verdure che avrete tagliato tutte a pezzetti molto piccoli e regolari. Fate cuocere e aggiustate di sale.

Schiacciate le patate con un passasalsa o con una forchetta e unite a questo purè le verdure che si saranno intanto intiepidite; aggiungete 2 uova, il parmigiano, la mozzarella o provola tagliata a cubetti. Aggiustate il composto di sale e aggiungete una spruzzata di pepe e noce moscata. Amalgamate il tutto con cura.

Imburrate uno stampo (o una teglia dai bordi mediamente alti) e spolverizzatela di pangrattato; ponete il composto all'interno e livellatelo con un cucchiaio o spatola; finite con una spolverata di parmigiano e pangrattato. Infornate a per 50 minuti a 180°.

mercoledì 18 settembre 2013

Panini al Cioccolato

Soffici e non eccessivamente dolci, i panini al cioccolato sono uno dei modi che preferisco per fare colazione o per una merenda al lavoro. Le gocce di cioccolato fondente (o a latte, come preferite) rendono queste pagnotte veramente deliziose! Potete inoltre prepararle prima e conservarle, in modo da non dover spadellare di prima mattina! Ecco la ricetta per dei perfetti pangoccioli fatti in casa!

Ingredienti (per 12-13 panini)
500 gr farina
1 uovo + 1 tuorlo
40 gr di burro
100 gr di gocce di cioccolato
50 gr di zucchero
1 cubetto di lievito di birra
60 ml olio
250 ml latte
sale q.b.
1 tuorlo per spennellare (facoltativo)

Preparazione
In una terrina capiente versate la farina con un pizzico di sale e lo zucchero; sciogliete il cubetto di lievito nel latte leggermente intiepidito e aggiungetelo al composto di farina; in un piattino sbattete l'uovo con il tuorlo e incorporatelo all'impasto. Incorporate per ultimo il burro ammorbidito e impastate fino ad avere un composto liscio e omogeneo.

A questo punto prendete le gocce di cioccolato e unitele all'impasto; fate lievitare coperto in luogo tiepido fino al raddoppio del volume. Riprendete l'impasto e ricavateci tante palline (per facilitare l'operazione infarinatevi bene le mani) grandi come un mandarino (peso 40-50 gr ciascuna circa).

Disponetele distanti una dall'altra in una teglia ricoperta di carta forno e coprite con un canovaccio. Fatele lievitare ancora una mezz'ora.
Se volete che i panini siano ben dorati, spennellateli leggermente con il tuorlo di un uovo sbattuto.
Cuocete i pangoccioli in forno già caldo a 180° per circa 20'.

venerdì 13 settembre 2013

Tortino al cioccolato bianco con cuore morbido

In questi giorni ho una voglia irrefrenabile di cose dolci, in particolare a base di cioccolata! Se siete anche voi nelle mie stesse condizioni, vi suggerisco di provare questa ricetta dei tortini al cioccolato bianco con cuore morbido, una variante di quelli tradizionali al cioccolato fondente. Sono ottimi entrambi, ma questa volta ho scelto di fare i tortini bianchi, che potete accompagnare con frutti di bosco, fragole, amarene e così via! E' una ricetta molto veloce, l'unica cosa a cui fare attenzione è la cottura, che deve essere di 16-18 minuti al massimo, altrimenti il tortino si solidificherà tutto e addio effetto fondente!

Ingredienti
200 gr cioccolato bianco di ottima qualità
100 gr burro
250 gr latte condensato
80 gr farina
1 uovo
burro e farina q.b. per imburrare gli stampini

Preparazione
Sciogliete a bagnomaria o nel microonde il cioccolato bianco spezzettato e quando sarà sciolto aggiungete il burro a dadini e amalgamate bene il tutto; montate l’uovo intero con le fruste elettriche e, quando sarà spumoso (ci vorranno una decina di minuti), aggiungete il latte condensato, sempre con le fruste elettriche azionate.

Alla fine aggiungete il composto di cioccolato e burro che nel frattempo si è intiepidito; setacciate la farina e unitela al composto, mescolando per amalgamare bene il tutto.

Prendete gli stampini di alluminio e imburrateli con cura, spolverizzate la farina ed eliminate l'eccesso; mettete in ogni stampino un po' di composto, riempendolo per 3/4 in modo che non fuoriesca durante la cottura.

Infornate per 16-18 minuti a 180°C, poi aspettate 5 minuti prima di estrarre delicatamente i tortini dai loro stampi, servite immediatamente.

martedì 10 settembre 2013

Ricetta delle Cagliette piemontesi

Reduce da un weekend a Fenestrelle e Usseaux - splendide località della Val Chisone (Piemonte) - non potevo tornare a mani vuote, ovvero senza qualche tipica ricetta del posto da riprovare nella tranquillità della mia cucina: è per questo che vi presento le mie nuove amiche, le Cagliette (dette anche Calhiette) piemontesi, un incrocio delizioso tra dei grandi gnocchi, canederli, polpette...non so nemmeno io come definirli, ma vi suggerisco davvero di provarli!

Ingredienti
1 kg di patate
2 uova
100 gr di pancetta
1 cipolla
250 gr ca. di farina
grissini sbriciolati (circa 100 gr)
toma piemontese 150 gr
burro, parmigiano e salvia q.b.
sale q.b.
olio evo q.b.
pepe e noce moscata a piacere

Sbucciate le patate e con l'aiuto di una grattugia tritatele finemente (da crude) e ponetele all'interno di un canovaccio in cui le strizzerete per bene (per far uscire tutta l'acqua di vegetazione); in una padella fate soffriggere la cipolla tritata con l'olio evo e la pancetta tagliata a piccoli pezzettini.

Unite il soffritto alle patate precedentemente tritate, mescolate bene, aggiungete i grissini tritati, la toma ridotta a piccoli cubetti, le uova e la farina (circa 150 gr, i restanti 100 serviranno per infarinare le polpettine).

Mescolate bene il tutto e se non vi sembra abbastanza "sodo", unite al composto ancora 1 po' di farina o del parmigiano grattugiato. Con l'aiuto di un cucchiaio formate delle palline un po' allungate che infarinerete. Fate cuocere per circa 40 min in abbondante e bollente acqua salata, mescolando di tanto in tanto molto delicatamente.

Con una sciumarola scolate le polpettine e mettete in una pirofila, dove potete guarnirle con fiocchetti di burro, salvia, pepe e noce moscata. Nella trattoria dove abbiamo mangiato, le cagliette erano accompagnate da qualche fettina di salsiccia a punta di coltello.

mercoledì 4 settembre 2013

La ricetta dei Maccheroni Cheese

Diciamolo, i maccheroni cheese sono uno di quei primi piatti da fare una volta ogni tanto, non tanto per la difficoltà - in quanto si tratta di una ricetta veramente molto facile - quanto perché si tratta di una pietanza mooolto ricca di calorie. Quindi altrettanto buona e appagante. Quando la faccio a casa è sempre una grande festa! Che ne dite di prepararla anche voi per un'occasione speciale?

Ingredienti
Pasta 400 gr (a voi la scelta del formato)
Pangrattato 30 gr
Parmigiano grattugiato 100 gr
Burro 30 gr
1/2 l di besciamella non troppo densa
formaggi: fontina, emmental, scamorza affumicata (150 gr x ciascuna tipologia)
noce moscata, sale, pepe qb

Preparazione
Per prima cosa preparate la besciamella o, se utilizzate quella già fatta, diluitela leggermente con del latte per fare in modo che non risulti troppo densa; private tutti i formaggi della buccia e tritateli molto finemente, se avete un mixer potete fare tutto lì dentro, altrimenti munitevi di grattugia e coltello e spezzettateli a piccoli pezzi.

Fate cuocere la pasta in acqua non troppo salata e scolatela al dente, dunque mettete la pasta in una ciotola molto grande in cui mischierete con cura la pasta, i formaggi e la besciamella fino a quando tutti gli ingredienti non saranno ben amalgamati e distribuiti uniformemente. Lasciate da parte una tazza di besciamella che vi servirà per coprire la pasta e creare una deliziosa gratinatura.

In una teglia da forno mettete sul fondo dei fiocchetti di burro e versate il composto di pasta, formaggi e besciamella; livellate con un cucchiaio di legno e coprite il tutto con la besciamella che avete messo da parte. Distribuite parmigiano e pane grattugiato per la gratinatura e finite con pepe a piacere e fiocchetti di burro. Infornate a 180° per 25 minuti.

martedì 27 agosto 2013

Ricetta delle "Camille" alle carote












Le Camille della Mulino Bianco erano le uniche merendine consentite (ogni tanto) in casa mia, quando ero bambina.
Forse un po' meno ambite rispetto ai bomboloni al cioccolato e nutella, ho imparato ad apprezzarle con gli anni, tanto che oggi le preparo spessissimo e le adoro sia a colazione che a merenda accompagnate da un tè caldo. Per questo vi suggerisco di provare la ricetta delle tortine alle carote, per tornare di nuovo bambini, ancora con più gusto!

Ingredienti
250 gr di carote
200 gr di zucchero
250 gr di farina
50 gr di fecola di patate
1 uovo intero + 1tuorlo
130 gr di olio di semi
scorza di 1 arancia
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito per dolci

Lavate e sbucciate le carote, tritatele molto finemente nel mixer (se non lo avete, come me, potete utilizzare una grattugia, è un po' più lungo ma il risultato è lo stesso); in una ciotola bella grande montate lo zucchero con le uova fino a ottenere un composto spumoso e chiaro; a questo punto unite le carote tritate.

Setacciate la farina, la fecola, il lievito e la vanillina e aggiungetelo un po' per volta al composto di uova e carote; aggiungete l'olio di semi e mescolate il tutto. Aggiungete alla fine la scorza d'arancia grattugiata finemente.

Foderate degli stampi da muffin con i pirottini (oppure utilizzate, come ho fatto io, degli stampini d'alluminio imburrati e infarinati) e mettete in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 20-25 minuti. Lasciate raffreddare e se volete spolverizzate con zucchero a velo.

giovedì 22 agosto 2013

Pasta con Pomodori Secchi, Acciughe e Mollica

Cosa fare dei chili e chili di pomodori secchi pazientemente preparati dalla mia nonnina? Per variare un po' ho deciso di preparare una pasta fresca - ideali i troccoli pugliesi - con pomodori secchi a striscioline, acciughe, capperi e mollica di pagnotta per rendere il tutto più croccante. Un piatto della tradizione pugliese, che racchiude in sé il meglio dei sapori mediterranei!

Ingredienti
400 gr di Troccoli o pasta lunga
1 peperoncino
1 spicchio grande d'aglio
30 gr di acciughe
120 gr di pomodori secchi
mollica rafferma
capperi
origano
olio extravergine d'oliva

Preparazione
Per prima cosa mettete i pomodori secchi in acqua ben calda fino a quando non saranno morbidi, dopo di che asciugateli con carta assorbente e tagliateli a listarelle; tagliate le acciughe sott'olio a pezzetti e mettetele in una padella con l'olio evo, facendole sciogliere; aggiungete l'aglio tagliato a piccoli pezzi e il peperoncino e fate soffriggere senza che l'aglio si scurisca; sciacquate i capperi e aggiungeteli al soffritto; unite i pomodori secchi a striscioline e fate insaporire il tutto per qualche minuto.

A parte sbriciolate la mollica di pagnotta rafferma con le mani o in un mixer e fatela dorare in un'altra padella insieme a 3 cucchiai d'olio evo; cuocete la pasta in acqua salata molto leggermente (perché il condimento è già saporito) e passatela in padella insieme ai pomodori; unite alla fine la mollica e una spolveratina di origano.

martedì 20 agosto 2013

Crema Pasticcera al Limoncello

Non sapendo come impiegare gli ettolitri di limoncello che mio padre ha preparato quest'estate, ho deciso di provare una ricetta molto semplice a base di questo profumatissimo liquore fatto in casa, la crema pasticcera aromatizzata al limoncello. Io l'ho messa in frigo in alcune coppette monodose, guarnendola con delle lingue di gatto, ma potete decorarla con altri biscottini o con panna montata.

Ingredienti
1/2 l di latte intero
150 gr di zucchero
50 gr di farina
4 tuorli
la scorza di un limone non trattato
1 tazzina da caffè di limoncello

Preparazione
Per prima cosa dividete gli albumi dai tuorli e riponete questi ultimi in una casseruola, unite un po' per volta lo zucchero e montate bene fino a quando non otterrete un composto spumoso; a questo punto aggiungete un po' per volta la farina e continuate a mescolare fino a quando il composto non sarà liscio e privo di grumi.

Incorporate il latte (potete anche scaldarlo se volete accelerare un po' i tempi, ma io l'ho aggiunto a freddo) a filo continuando a mescolare; tagliate la scorza del limone senza la parte bianca e aggiungetela al composto; a questo punto portate la casseruola sul fuoco e con l'aiuto di una frusta girate in continuazione sempre nello stesso senso; quando la crema si sarà addensata, aggiungete un po' alla volta la tazzina di limoncello, continuando a mescolare in modo che venga incorporata bene alla crema.

Lasciate raffreddare la crema prima di riporla in frigorifero, coprendola con della pellicola o carta da forno per evitare che si crei la pellicina sulla superficie; dopo di che dividete la crema in coppette monoporzione e guarnite a vostro piacimento, con pavesini, savoiardi, panna o anche con fragole.

lunedì 29 luglio 2013

Crostata Crema Pasticcera e Frutta Fresca

Premetto che per questo dolce ci vuole un po' di tempo e di pazienza, non è affatto difficile ma ci sono vari passaggi da seguire; ciò detto, la crostata di frutta con crema pasticcera - guarda caso - è il dolce preferito del mio fidanzato e, dato che questo w.e. è dovuto partire e dato che domani è il nostro anniversario, ho deciso di cimentarmi e il risultato è stato splendido! Con questo caldo la pasta frolla è stata leggermente difficile da maneggiare e ho combinato qualche pasticcio con la crema, ma alla fine la sua espressione estasiata è stata la migliore delle ricompense ;) e per fortuna gli anniversari...vengono una volta l'anno!

Ingredienti per la frolla
250 gr di farina
125 gr di burro
100 gr di zucchero
2 tuorli
buccia di 1 limone grattugiata
1 bustina di vanillina

Ingredienti per la crema
500 ml di latte intero
4 cucchiai colmi di zucchero
2 tuorli
50 gr di fecola di patate (o farina)
la buccia di 1 limone

Per la decorazione
1 bustina di gelatina per torte
il succo di 1 limone
2 cucchiai di marmellata di pesche
frutta fresca (fragole, banane, kiwi, albicocche, pesche, prugne)

Per prima cosa ho preparato la frolla a mano, non avendo il mixer: ho tolto dal frigo il burro, l'ho tagliato a dadini e l'ho impastato con la farina e lo zucchero ottenendo un composto sabbioso; ho aggiunto la buccia grattugiata del limone e i due tuorli e ho impastato il tutto rapidamente, fino a ottenere un panetto abbastanza elastico. Ho avvolto nella pellicola e messo in frigo per 1 ora.

Ho preparato la crema lavorando i tuorli e lo zucchero fino a ottenere un composto bianco e spumoso; ho poi aggiunto i 50 gr di fecola di patate e mischiato il tutto in modo da non creare grumi, ho incorporato a filo il latte mescolando di continuo e ho messo la scorza di un limone; dopo di che ho portato il tutto sul fuoco e ho girato fino a quando la crema non si è addensata, facendo attenzione a non farla attaccare.

Ho steso la frolla direttamente sulla carta da forno cercando di ottenere un'altezza di 7-8 mm e ho messo la frolla in una teglia per crostate (sempre con la carta da forno) facendo ben aderire i bordi (che devono essere abbastanza alti per poter contenere crema e frutta); ho punzecchiato con la forchetta il fondo della crostata e ho creato un altro disco di carta da forno su cui ho messo dei fagioli secchi per non far gonfiare il fondo durante la cottura; ho infornato a 180 gradi per 20 minuti, dopo di che ho tolto la carta con i fagioli e ho lasciato cucinare per ancora 3-4 minuti. Ho tolto dal forno e fatto raffreddare completamente la crostata.

Nel frattempo anche la crema deve essersi completamente raffreddata (se non volete che si crei la pellicina sopra, mettete qualche fiocchetto di burro e lasciate raffreddare scoperto); mettete i due cucchiai di marmellata di pesche sul fondo della crostata (in questo modo non assorbirà troppo la crema e dunque rimarrà croccante) dopo di che stendete uniformemente la crema.

Guarnite a piacere con la frutta, creando diversi giri di fragole, banane, kiwi, albicocche, pesche e tutta la frutta di stagione che preferite, dopo di che ricoprite con la gelatina che potete preparare secondo le istruzioni (io ho aggiungo anche il succo di un limone e ve lo consiglio).

mercoledì 24 luglio 2013

Polpette di Melanzane e Scamorza

Da giorni un'enorme melanzana mi guardava triste dal cassetto della verdura in frigorifero, fino a quando, due sere fa, mi è venuta in mente una ricetta semplicissima ma che non facevo da tanto tempo, le polpettine di melanzane con ripieno di scamorza affumicata. Naturalmente potete friggerle, io per mantenermi "light" le ho messe nel forno fino a quando non si sono dorate per bene e devo dire che il risultato è stato ugualmente buono!

Ingredienti
600 gr di polpa di melanzana
100 gr di mollica rafferma
2 uova
100 gr di parmigiano
prezzemolo q.b.
pangrattato q.b.
pepe a piacere
sale q.b.
70 gr di scamorza affumicata
olio di semi per friggere

Preparazione:

Mettete una pentola capiente piena d'acqua sul fuoco e quando bolle, versate la melanzana precedentemente pulita e tagliata a dadini; lasciate cuocere per 5 minuti, dopo di che scolate i dadini di melanzana in un colino a maglie strette e con l'aiuto di un cucchiaio pressate la polpa per far uscire tutta l'acqua di vegetazione in eccesso; in questo modo otterrete una polpa più asciutta che potete mettere in un mixer o un frullatore a immersione per ottenere una purea.

Unite alla purea le due uova, il sale, il parmigiano, il prezzemolo tritato molto finemente, una spruzzata di pepe e la mollica di pane raffermo che potete sbriciolare nel mixer o anche semplicemente con le mani; mescolate il tutto e, se risulta un po' troppo liquido, aggiungete un po' di pangrattato e amalgamate bene.

Con un cucchiaio prendete un po' del composto e lavoratelo con le mani per ottenere una pallina, dopo di che scavate con un dito un incavo nella polpetta e infilate un cubetto di scamorza e lavorate i bordi della pallina per richiudere il formaggio all'interno della polpetta senza che fuoriesca durante la cottura; fate rotolare le palline nel pangrattato e mettetele a friggere in olio bollente; in alternativa potete metterle nel forno su una leccarda ricoperta di carta fino a quando non saranno ben dorate.

lunedì 22 luglio 2013

Granita al Limone, fresca e dissetante!

Il caldo si fa sentire? Desiderate qualcosa di fresco, magari da consumare dopo un bel pasto sostanzioso? La granita al limone e' ciò che stavate cercando! Tipica ricetta siciliana non e' da confondere con il sorbetto, progenitore del gelato.
La granita infatti ha una consistenza più granulosa, ma soprattutto la preparazione deve avvenire per gradi, congelando e rompendo i cristalli di ghiaccio in più fasi. Il risultato sarà quello di una ricetta fresca e dissetante, da preparare anche in casa.

Ingredienti

  • 500 ml d'acqua
  • 500 ml di succo di limone
  • 250 gr di zucchero
Preparazione

Portate l'acqua a bollore in un pentolino e aggiungete lo zucchero. Aspettate finche' lo zucchero non si sarà sciolto completamente e il liquido sarà diventato trasparente. Dopodiché spegnate il fuoco e lasciate a raffreddare.

A questo punto tagliate i limoni, spremeteli e con l'aiuto di un colino filtrate il succo ottenuto. Continuate a spremere finche' non otterrete il quantitativo di succo filtrato desiderato.
Quando pronto, aggiungete il succo di limone all'acqua e zucchero ormai raffreddata e mescolate con l'aiuto di una frusta. Versate il composto per la vostra granita in un contenuto di ferro o di plastica con coperchio e posizionatelo in freezer per una buona mezz'ora.
Trascorso il tempo necessario, tirate fuori il vostro contenitore, scoperchiate e mescolate energicamente in modo da rompere i cristalli di ghiaccio che si sono formati.

Ripetete questa operazione per due o tre volte ancora, lasciando in freezer la vostra granita per 30min o 15min a seconda della velocità con cui il composto tende a compattarsi. 

mercoledì 17 luglio 2013

Torta Sbrisolona con Frutta Fresca

Iniziare la giornata con una fetta di Crumble Cake non è un lusso esclusivamente invernale: di seguito, infatti, vi propongo una versione "estiva" della torta sbrisolona realizzata con frutta fresca di stagione, pesche, albicocche...una vera delizia! E' uno dei miei dolci preferiti, perché sa di cose buone di una volta, burro, uova e la scorzetta di limone che rende il gusto un po' fresco. Provatela!

Ingredienti
- per la base:
200 gr di farina 00
170 gr di zucchero semolato
8 gr di lievito per dolci
3 uova + 1 tuorlo
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina
170 gr di burro + q.b. per imburrare la teglia

- per il Crumble:
75 gr farina 00
75 gr farina di mandorle
75 gr zucchero di canna
75 gr di burro
buccia grattugiata di un limone
2 pizzichi di sale

- per il ripieno:
200 gr di pesche
160 gr di albicocche
120 gr di mirtilli
50 gr di ribes

Preparazione
Per prima cosa lavate tutta la frutta e tagliatela a pezzettini di piccole-medie dimensioni e mettetela in una ciotola irrorandola con succo di limone in modo che non annerisca; coprite la ciotola e lasciatela riposare.
Nel frattempo preparate la base del dolce, mettendo in una planetaria il burro a temperatura ambiente insieme allo zucchero e lavorando fino a ottenere un composto spumoso; aggiungete la vanillina, le uova una alla volta a temperatura ambiente, la farina e il lievito setacciati e il pizzico di sale. Imburrate la teglia e foderatela con carta da forno e versate l'impasto livellandolo con una spatola. Adagiate a vostro piacimento la frutta che avevate preparato in precedenza.

Preparate il crumble lavorando il burro freddo con lo zucchero e le due farine, creando delle briciole con la punta delle dita (non dovete impastare); aggiungete la buccia di limone grattugiata e ricoprite la frutta con il crumble così ottenuto. Mettete in forno a 160° per 50 minuti, fino a quando non vedrete il crumble leggermente dorato. Potete servire con gelato alla vaniglia o panna!

martedì 16 luglio 2013

Rotolo di Frittata con Stracchino e Rucola

Divertentissimo e delizioso finger food, il rotolo di frittata farcito è un piatto ideale sia per cene tra amici che come simpatico antipasto; di seguito la ricetta del rotolo di frittata con stracchino, rucola e prosciutto crudo, uno dei miei abbinamenti preferiti, ma naturalmente potete sostituire gli ingredienti con altri di vostro gradimento.

Il rotolo viene cotto al forno e non fritto e può essere anche preparato il giorno prima perché si conserva perfettamente in frigo. Ecco come fare!

Ingredienti
6 uova
50 gr di parmigiano grattugiato
sale q.b.
pepe q.b.
olio evo

Per il ripieno
100 gr di prosciutto crudo
30 gr di rucola
200 gr di stracchino

Altro
Carta da forno
Pellicola

Prendete una teglia rettangolare (circa 20-30 cm) da forno e ricopritela con la carta da forno leggermente unta d'olio d'oliva; versate il composto che avrete ottenuto sbattendo le sei uova con i parmigiano grattugiato, il sale e il pepe. Mettete in forno già caldo a 180° per circa 15 minuti.

Lasciate raffreddare la vostra frittatina eliminando la carta da forno e ponendola su un tagliere; quando sarà tiepida potete cominciare a farcirla, partendo dallo stracchino da spalmare uniformemente, aggiungendo rucola e prosciutto.

Arrotolate la frittata e avvolgetela ben stretta con della pellicola trasparente cercando di stringerla quanto basta per renderla compatta e tenere la forma; ponete il rotolo di frittata farcito in frigorifero a compattare e insaporire per almeno un’ora. Trascorso il tempo necessario, togliete delicatamente la pellicola trasparente dal rotolo di frittata, tagliatelo a fette e disponetelo su di un piatto.

lunedì 15 luglio 2013

Cocktail di Gamberetti in Salsa Rosa

Ecco un dei piatti più amati e conosciuti in tutto il mondo.
Il cocktail di gamberetti in salsa rosa e' un antipasto raffinato, ottimo per la stagione estiva grazie al suo gusto fresco e delicato.
I gamberetti croccanti vengono esaltati dalla morbidezza della salsa rosa grazie al suo leggero aroma di Cognac.

Insomma una ricetta che oltre ad essere buona, e' anche semplice e veloce da preparare e grazie alla sua particolare presentazione, e' un ottimo inizio per cene e feste in compagnia!

Ingredienti

  • 400 gr di gamberetti
  • 350 gr di salsa rosa
  • 1 lattuga
  • prezzemolo

Ingredienti per la salsa

  • 200 gr di maionese
  • 80 gr di salsa ketchup
  • 30 gr di senape
  • 60 ml di panna fresca
  • 1/2 bicchierino di Cognac
  • 1 cucchiaio di Worcestershire Sauce

Per la preparazione della salsa cocktail, mettete in una terrina i 200 gr di maionese e, mescolando, aggiungete il ketchup, il Cognac e il Worcestershire Sauce. Poi unite la senape, e la panna semi-montata. Mescolate il tutto dolcemente. Il composto dovrà risultare ben amalgamato e compatto. Mettete la terrina in frigorifero per almeno 30 minuti, dopodiché sarà pronta per essere servita.

Passiamo ora ai gamberetti. Per prima cosa lavateli e sgusciateli, lasciando ad alcuni la coda attaccata perché servirà per decorare. Poi fate bollire i gamberetti in abbondante acqua salata per 2-3 minuti, scolateli e lasciateli raffreddare.

Lavate la lattuga e separate le foglie esterne più grandi che fungeranno da letto per i vostri gamberetti. Tagliate finemente la parte centrale della lattuga che mettere sulle foglie più grandi. 
Poi prendete i gamberetti raffreddati e asciutti, mettete da parte quelli con la coda e unite i restanti alla salsa rosa. Con l'aiuto di un cucchiaio, adagiate i gamberetti immersi nella salsa sulle foglie di lattuga e decorate con i gamberetti con la coda, che avevate messo da parte. Spolverate un po' di prezzemolo e servite.


Arancini Vegetariani al Forno

Arancini vegetariani? Al forno? Su su non fate quella faccia, non si tratta di una bestemmia! Li ho scoperti per caso, perché adoro gli arancini di riso ma in estate non sopporto molto il fritto e soprattutto non è l'ideale come apporto calorico! La ricetta degli arancini con ragù è sicuramente ottima, ma anche questa variante più leggera mi è piaciuta molto, anche perché gli arancini con verdure cotti al forno sono un ottimo "pranzo al sacco" anche durante pic-nic o come pausa pranzo salutare e leggera. Ecco a voi la ricetta!

Ingredienti
300 gr di riso
50 gr di burro
50 gr di parmigiano grattugiato
10 olive snocciolate
1/2 bustina di zafferano
50 gr di feta
qualche foglia di basilico
pomodorini datterini
piselli già cotti
2 uova
sale q.b.

Per la pastella
2 uova
pangrattato
1 pizzico di sale

Per prima cosa mettete a lessare il riso in abbondante acqua salata fino a quando non sarà ben cotto; scolatelo e scioglietevi dentro i 50 gr di burro e la mezza bustina di zafferano, il pane grattugiato e 2 tuorli (eventualmente aggiungete un pizzico di sale); mescolate bene il tutto fino a ottenere un composto leggermente colloso; fate raffreddare.

Nel frattempo preparate il ripieno con i pezzettini di pomodoro datterino, le foglie di basilico tritate, fettine di oliva e i piselli già cotti. Prendete una pallina di riso e create all'interno un incavo nel quale andrete a disporre un po' di ripieno e un cubetto di feta. Richiudete con altro riso arrotondando per bene con le mani; passate nell'uovo e poi nel pangrattato (potete ripetere due volte l'operazione se vi piace una pastella ben croccante).

Adagiate i vostri arancini su carta forno,e ungerli con un filo d'olio. Infornate a 200°C per 20/25 minuti.

lunedì 8 luglio 2013

Semifreddo al Caffè e Panna

Ho sempre considerato i dolci al cucchiaio dei dolci di "Serie B". Questione di gusti, naturalmente. Eppure questo semifreddo al caffè e panna è veramente una valida alternativa al gelato, da gustare nei mesi più caldi sia come pausa energizzante! Ecco a voi la semplice ricetta di questo dolce...come si suol dire, solo gli stupidi (e i non golosi) non cambiano mai idea ;)

Ingredienti
60 ml di caffè
80 gr zucchero
5 tuorli
350 ml di panna
100 gr di mascarpone
chicchi di caffè e ciuffetti di panna per guarnire


Per prima cosa unite il caffè liquido con lo zucchero in un pentolino a fondo spesso, mescolate e portate a ebollizione; mettete i tuorli in un recipiente per cuocere a bagnomaria e rompeteli con una frusta; incorporate lo sciroppo di caffè a filo, mescolando di continuo con la frusta e cuocete il tutto a bagnomaria fino a che il composto diventerà più denso e di consistenza cremosa.

Mettete la crema al caffè in una planetaria e montatela fino a che si sarà raffreddata, nel frattempo montate la panna non del tutto, prendetene due cucchiai e lavorateli insieme al mascarpone per renderlo cremoso, dopo di che unite delicatamente tutta la panna "semimontata"; unite delicatamente anche la crema al caffè e amalgamate il tutto.

Versate dunque il composto ottenuto in bicchierini e coppette e ponete i semifreddi in freezer per almeno 5 ore. Ricordate di estrarre i semifreddi dal freezer 10 minuti prima di gustarli, guarnendoli con della panna montata e dei chicchi di caffè.

venerdì 28 giugno 2013

Piadina fatta in casa con Squacquerone e Pancetta

Dopo lunghi anni di dipendenza psicologica e fisica dalla piadina, ho deciso darci un taglio e di concedermi questo cibo rapido e appagante solo una volta ogni tanto, rigorosamente "home made".

Sicuramente più sana, la piadina fatta in casa è ideale sia per una cena in solitaria magari davanti alla serie tv preferita, sia con il partner.. la piadina squacquerone, pancetta, funghi e pomodorini con scaglie di grana è la preferita del mio fidanzato, quindi questa ricetta la dedico un po' anche a lui ;)

Ingredienti per l'impasto (circa 4 piadine grandi):
500 gr farina 00
250 ml di acqua
75 gr di strutto
1 pizzico di sale
1/2 cucchiaino di bicarbonato

Per il ripieno:
Formaggio squacquerone
2-3 fette di pancetta per piadina
pomodorini datterini
funghi trifolati
scaglie di grana

Versare la farina e il bicarbonato in una ciotola, unirci lo strutto tagliato a pezzetti e iniziare ad impastare con le mani. Versare a poco a poco l’acqua tiepida nella quale avrete disciolto il sale e continuare ad impastare fino a ottenere un composto liscio ed elastico.
Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e lasciarla riposare in frigorifero per mezzora circa.

Estraete l'impasto dal frigo e dividetelo in parti uguali (potete fare 4 palline per avere delle piadine belle grandi o 6 palline se preferite fare piadine piccole). Iniziare a tirare la sfoglia con il mattarello e dare una forma il più arrotondata possibile.

Mettere a scaldare una padella antiaderente e cuocere le piadine. Appena la piadina sarà sulla padella, fare dei buchini sulla superficie con la forchetta. Controllare la cottura della piadina: indicativamente deve cuocere un paio di minuti per parte. Quando un lato della piadina sarà ben dorato, giratela e lasciate cuocere per altri 2-3 minuti senza farla bruciare. Non vi resta che farcire con lo squacquerone che si scioglierà leggermente, la pancetta, i funghi, i datterini tagliati a spicchi e qualche pezzetto di grana.

martedì 25 giugno 2013

Ricetta originale del pesto alla siciliana

Dopo interminabili liti con un'ex-coinquilina siciliana - che sosteneva che il pesto fosse nato in Sicilia e non a Genova - sono giunta alla conclusione che dovunque questa ricetta abbia avuto origine, è buona in tutti i modi e in tutte le sue varianti. Oggi vi propongo la ricetta originale del pesto alla siciliana, un modo molto veloce per condire la pasta anche quando fa caldo e la voglia di cucinare è ai minimi storici. Che sia nato prima l'uovo o la gallina, poco importa...comunque si accettano le vostre opinioni in merito!

Ingredienti
500 gr pomodori ramati
un grande mazzo di basilico
100 gr parmigiano grattugiato
150 gr di ricotta di mucca
50 gr di pinoli
1 spicchio d'aglio
120 ml d'olio evo
sale q.b.
pepe a piacere

Preparazione:
Lavate i pomodori ramati e tagliateli a metà, privateli dei semini e strizzateli delicatamente per far uscire l'acqua di vegetazione in eccesso; lavate le foglie di basilico private del gambo e parti dure e asciugatele con un panno o della carta da cucina.

Prendete un mixer o un frullatore ad immersione e unite i pomodori, il basilico, lo spicchio d'aglio pulito e tagliato a metà, il parmigiano reggiano grattugiato, 150 grammi di ricotta, i pinoli e metà dell'olio evo; cominciate a frullare e mentre gli ingredienti diventano cremosi, aggiungete a filo il restante olio d'oliva fino a ottenere la consistenza desiderata.

Assaggiate e aggiustate di sale e di pepe; mettete da parte il pesto (potete conservarlo anche in un barattolino in frigo per qualche giorno) e usatelo per condire la pasta, io ho scelto le caserecce che trattengono molto bene il condimento; potete ammorbidire leggermente il pesto unendo un paio di cucchiai d'acqua della pasta.

giovedì 20 giugno 2013

Come si prepara il Pan di Spagna


Vi è mai successo di capitare su un bel programma di cucina? Magari nell’esatto momento in cui stanno presentando la ricetta di una splendida torta a più strati? Proprio in quel momento si accende in voi la voglia di provare a vostra volta, quand’ecco che un piccolo/grande passaggio ostacola la vostra improvvisa elevazione ad eccelsi pasticceri: il pan di spagna. Spero di non essere l’unica ad ignorare come si prepari e soprattutto a chiedersi come mai questo “insignificante” procedimento non venga mai spiegato. Detto ciò, ho deciso di svelare l’arcano e di condividerlo con voi.

Ingredienti:

75 gr di farina
75 gr di fecola di patate
150 gr di zucchero
5 uova
1 pizzico di sale

Preparazione:

Separate gli albumi dai tuorli e metteteli in due ciotole. Con l'aiuto della frusta elettrica iniziate a sbattere i tuorli con meta' dello zucchero fin quando il composto sarà diventato cremoso e soffice.
Passate ai bianchi d'uovo e, sempre con l'aiuto della frusta elettrica, montateli a lucido aggiungendo la parte restante di zucchero. Ora unite i due composti e mescolate per amalgamare.
A questo punto aggiungete la farina e la fecola setacciate insieme facendo attenzione che non si formino dei grumi.
Imburrate e infarinate una teglia (del diametro di circa 24 cm) e con l'aiuto di un cucchiaio di legno, versateci all'interno il composto livellandolo accuratamente. 
Adesso siete pronti per infornare. Quindi posizionate la teglia nel forno preriscaldato a 180° e lasciate cuocere per 40 min circa. Ricordatevi di non aprire il forno per i primi 30 minuti, altrimenti la torta si sgonfierà.
Al termine della cottura estraete la teglia e lasciate raffreddate il pan di spagna prima di toglierlo dallo stampo.

lunedì 17 giugno 2013

Ricetta dei Panzerotti Pugliesi...fritti!

Per me da sempre il "cibo proibito", i panzerotti fritti pugliesi possono essere considerati l'ottava meraviglia. Sì, le calorie di certo non mancano, infatti vanno mangiati solo una volta ogni tanto, magari dopo ore e ore di esercizio fisico ;). Però sarebbe un vero peccato privarsi di un'esperienza meravigliosa come quella di addentare un panzerotto pieno di pomodoro e mozzarella. Quindi, per tutti quei momenti in cui ci serve una "coccola", ecco a voi la ricetta tradizionale!

Ingredienti per l'impasto:
500 gr di farina 00
250 ml di acqua tiepida
50 gr di olio evo
1/2 cucchiaio di sale fino
2 cucchiaini di zucchero
1 cubetto di lievito (25 gr)

Ingredienti per il ripieno:
350 gr mozzarella
200 gr di passata di pomodoro
100 gr di parmigiano grattugiato
sale un pizzico
1 filo d'olio evo
pepe a piacere
basilico a piacere

Olio di semi per friggere

Impastate la massa sciogliendo il lievito nell'acqua tiepida e lavorando il composto energicamente con le mani; lasciate riposare per almeno un'ora e mezza/due. Occupatevi del ripieno facendo un'operazione molto importante: macinate la mozzarella e mettetela in un colino a maglie strette per far perdere tutta l'acqua in esse contenuta (altrimenti romperebbe il panzerotto in cottura). Fate lo stesso con la passata, usando un colino per rilasciare l'acqua in eccesso.

Mischiate il tutto aggiungendo mozzarella, passata, sale, parmigiano, basilico, pepe e un filo d'olio. Prendete l'impasto e dividetelo in tante palline che stenderete su un piano di lavoro infarinato. Mettete un bel cucchiaio di ripieno, e richiudete il panzerotto formando una mezzaluna e sigillate bene i bordi, prima esercitando pressione con le dita, poi ripiegate l’impasto verso l’interno e, infine, premendo con i rebbi di una forchetta, per evitare che il ripieno fuoriesca durante la cottura.

Friggete i panzerotti nell'olio bollente girandoli da entrambi i lati, fino a quando non saranno dorati. Scolateli su carta assorbente e servite ancora caldi.

mercoledì 12 giugno 2013

Verdure al Forno con la Feta Greca

Ieri sera ho proposto al mio fidanzato un piatto relativamente "light" a base di verdure al forno con la feta greca, un formaggio che io adoro e uso spessissimo nelle insalate e nei primi piatti. Il risultato è un secondo piatto/contorno veramente profumato grazie ai tanti aromi mediterranei che ho aggiunto e adatto all'estate. Il tutto accompagnato da un bel bicchiere di vino bianco fresco! 

Ingredienti 
200 gr di feta
1 peperone rosso
3 zucchine medie
2 patate medie
10 pomodorini datterini
1/2 cipolla rossa
qualche oliva nera snocciolata
una manciata di capperi
foglie di basilico
aneto
cumino
olio evo
sale q.b.

La parte più lunga di questa ricetta è pulire tutte le verdure, lavarle e farle a dadini abbastanza piccoli e regolari, tranne la cipolla che taglieremo a rondelle che metteremo sulle verdure.

Prendete una teglia e ricopritela di carta da forno, mettete tutte le verdure a dadini e condite con olio e sale (non tanto perché già la feta è saporita); mescolate bene, dopo di che aggiungete le olive nere snocciolate, i capperi (ben lavati se sono sotto sale) e le spezie (aneto e cumino).

Prendete la feta e sbriciolatela con le mani in pezzi grossolani (lasciando qualche tocchetto più grande) e, sempre con le mani, unite e mescolate bene questi tocchetti con le verdure. Completate con delle rondelle di cipolla rossa tagliate sottilmente e con le foglie di basilico. 

giovedì 6 giugno 2013

La tradizionale pizza napoletana...in una versione ancora più saporita!

Ieri sera sera ho scoperto una piccolissima pizzeria alla quale non avrei dato due lire, ma complice la fame ho  deciso di provare la pizza napoletana in una variante gustosissima, che si chiama "Golosa". Il nome prometteva bene e devo dire che la sorpresa è stata talmente grande che ho deciso di replicare la preparazione anche a casa. Che dire? La pizza vince veramente su tutto!

Ingredienti
1 kg di farina
1 dado di livito di birra (25 gr)
20 gr di sale
2 cucchiaini rasi di zucchero
6 cucchiai d'olio
500 ml acqua tiepida
farina per la spianatoia

Per la farcitura
passata di pomodoro
mozzarella
pancetta
cipolla bianca
gorgonzola
olio e origano
basilico a piacere

Per prima cosa in una capiente ciotola mettete la farina a fontana e formate un buco al centro. Prendete una ciotolina di vetro, versateci un bicchiere d'acqua tiepida, sbriciolatevi dentro il cubetto di lievito di birra e lo zucchero. Mescolate fino a fare sciogliere bene il tutto e inserite al centro della farina il composto d'acqua e lievito; sempre dai 500 ml di acqua tiepida prendete un'altra tazzina d'acqua nella quale sciogliete il sale e unitelo alla farina; aggiungete l'olio e impastate il tutto fino a ottenere una palla.

Attendete che l‘impasto abbia raddoppiato il proprio volume (ci vorrà 1 ora - 1 ora e 1/2 ) e poi procedete alla stesura della pasta per la pizza, più o meno sottile a seconda dei gusti. Ricordate di mettere un filo d'olio sulla teglia oppure carta da forno. Condite con la salsa di pomodoro, la mozzarella a dadini, qualche pezzetto di pancetta e gorgonzola e fettine di cipolla tagliate di circa mezzo cm. Un ultimo giro d'olio e una spruzzata di origano e la pizza è pronta!